Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ROCCAMONFINA ALLE ELEZIONI/ Che autogoal il manifesto sul burattinaio della lista della Tari


      La collega Anna Izzo commenta l’affissione avvenuta oggi, domenica e ricorda gli anni in cui l’attuale sindaco e il suo consorte erano un tutt’uno con Ludovico Feole.   ROCCAMONFINA – Autogol clamoroso per il “ Comitato cittadini liberi” che si porta a casa la prima sonora sconfitta targata amministrative 2013, conquistata dopo l’affissione di […]

    Nella foto Tari e Feole

     

    La collega Anna Izzo commenta l’affissione avvenuta oggi, domenica e ricorda gli anni in cui l’attuale sindaco e il suo consorte erano un tutt’uno con Ludovico Feole.

     

    ROCCAMONFINA – Autogol clamoroso per il “ Comitato cittadini liberi” che si porta a casa la prima sonora sconfitta targata amministrative 2013, conquistata dopo l’affissione di un manifesto recante la loro stessa storia.  Gli autori del monologo, senza conoscere il nominativo del candidato Sindaco del Comitato elettorale “ Ricominciamo dal futuro”  hanno attaccato alias il “ burattinaio” che si suppone loro conoscono molto bene, infatti hanno badato a tenere   celata la loro identità,  forse per non dover rispondere in prima persona alla storiella raccontata.

    Dalla lettura del testo si evince che, i cittadini liberi hanno voluto evidenziare gli anni amministrativi che l’attuale Sindaco Letizia Tari che si ripropone,  ha governato dal 1991 al 1996 insieme al ex Sindaco Feole, il quale non ha ancora sciolto le riserve su di una probabile sua candidatura.

    Pur di iniziare a giocare d’anticipo, gli autori del manifesto si sono fatti uno splendido autogol, in quanto la loro esortazione “ chi dimentica il passato, sbaglia il futuro” è stata presa alla lettera da diversi cittadini che dopo aver letto il messaggio hanno riferito “ L’attuale Sindaco Tari, negli anni amministrativi 1991- 1996 in cui ricopriva incarico di vice sindaco a fianco di Feole, ha collaborato strenuamente al primo dissesto finanziario, dopodiché ha pensato a siglare il secondo riferito agli ultimi 5 anni. Bene noi tutti non dimentichiamo, anzi ribadiamo al comitato di non preoccuparsi perché la storia è sulla bocca di tutti. Vi assicuriamo che  non dimenticheremo  neanche l’impegno del suo consorte Giacomo Criniti che, ha ricoperto incarico di Consigliere Comunale nonché di  Assessore esterno al bilancio e finanze sempre con Feole, questo dimostra che per il nucleo familiare Tari- Criniti l’esperienza di Feole era importante visto che hanno ritenuto sempre di stargli vicini vicini. Siatene certi che non dimenticheremo gli ultimi 5 anni amministrativi, dove la luce è mancata dappertutto tanto da determinare per il nostro Comune un buio totale  in tutti i settori. Non ci dimenticheremo le amministrative del 2003 dove il Criniti appoggio sempre Feole con il benestare della moglie!  che dire allora? Noi diciamo che il “ Burattinaio” piaceva  a tutti coloro che per anni hanno  voluto restare nelle sue mani, per portare avanti i loro progetti politici e personali. Sulla questione del manifesto dove l’autogol vince sul testo, è intervenuto il rappresentante del comitato “ Ricominciamo dal futuro” Michele Cestrone attuale consigliere d’opposizione,  il quale ha sottoscritto “   Probabilmente i burattini a cui il manifesto fa riferimento sono quelli che hanno condiviso scelte, gestito appalti per anni ricoprendo ruoli diversi, standosene in silenzio, salvo poi ora usare strumentalmente posizioni di comodo a proprio tornaconto. Si continua a sputare nel piatto dove si è mangiato. Ci sono burattini che hanno imparato qualcosa ed altri che con una decina di anni di praticantato non hanno  imparato nulla….anzi! Un autogol clamoroso che dimostra solo paura di perdere potere. Reazioni incontrollate e isteriche  segno di una nave ormai allo sbando…ma ormai ci siamo abituati. Questi 5 anni hanno dimostrato ampiamente l’inconsistenza amministrativa. È proprio il caso di dire: Chi è senza peccato scagli la prima pietra”.

                                                                                                          
    Anna Izzo 

    PUBBLICATO IL: 24 marzo 2013 ALLE ORE 18:29