Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    PRIMARIE PD, UFFICIALE: Entro domani le rischieste di deroga. Caputo, Cappello e Munno appesi ad un filo. Tutto le ultimissime


    Si vota in un solo giorno, il 29 o il 30. Sabato e domenica la Direzione provinciale stabilirà i candidati. In calce all’articolo il link del testo definitivo del regolamento ufficiale delle Primarie. Caserta – Entro stasera dovremmo essere in grado di informarvi sulle intenzioni di Nicola Caputo, Enzo Cappello e Luigi Munno, cioè di […]

    Nelle foto, da sinistra, Pina Picierno, Stefano Grazian e Dario Abbate

    Si vota in un solo giorno, il 29 o il 30. Sabato e domenica la Direzione provinciale stabilirà i candidati. In calce all’articolo il link del testo definitivo del regolamento ufficiale delle Primarie.

    Caserta – Entro stasera dovremmo essere in grado di informarvi sulle intenzioni di Nicola Caputo, Enzo Cappello e Luigi Munno, cioè di informarvi sulla loro volontà di presentare un’istanza di deroga al divieto, sancito dal regolamento, licenziato, dalla Direzione nazionale del Pd e che sancisce l’incompatibilità tra la carica di parlamentare europeo, consigliere regionale, presidente di una Provincia, assessore provinciale, sindaco di un comune con popolazione superiore ai 5mila abitanti e la carica di parlamentare. Il regolamento che pubblichiamo integralmente, come link, in calce a questo articolo, prevede che le richieste di deroga motivate, dovranno essere presentate entro e non oltre mercoledì 19 dicembre, ovvero non oltre domani. Ed entro le successive 24 ore la Commissione, costituita ad hoc, sentiti i segretari regionali, si pronuncerà.

    Insomma, che presentino o meno l’istanza di deroga, entro giovedì sera si saprà tutto, dunque, la Direzione provinciale del Pd casertano, che si terrà sabato 22 o domenica 23, definirà le candidature alle elezioni primarie, già conoscendo il destino definitivo di Nicola Caputo, Enzo Cappello e Luigi Munno.

    Per candidarsi alle Primarie o Parlamentarie che dir si voglia, occorre presentare, entro le 24 ore precedenti, alla Direzione provinciale, dunque, a Caserta, entro venerdi e sabato, firme in numero pari ad almeno il 5% dei componenti della Direzione provinciale.

    Carlo Marino, se si vorrà candidare, dovrà dimettersi dalla presidenza della Commissione di garanzia, perché anche rispetto a questa carica, il regolamento ha sancito l’incompatibilità. Non hanno l’obbligo di presentare le firme, i candidati alle primarie che sono già parlamentari e cioè, sempre nel caso di Caserta, Stefano Graziano e Pina Picierno.

    Il numero dei candidati non dovrà essere superiore alla misura doppia della quota riservata ad ogni singola Provincia. Che, sempre nel caso di Caserta, cinque dei numeri buoni di Camera e Senato. In poche parole i candidati alle Primarie non potranno essere più di dieci. Si potrà votare due di questi candidati, ma per la seconda preferenza ci sarà l’obbligo di genere. Dunque, si potrà votare un maschio e una femmina.

    Le primarie si terranno non in due giorni, ma in un solo giorno, da scegliere tra le date del 29 e il 30 dicembre. Una decisione che toccherà alla Direzione regionale.

    Abbiamo spiegato tutto. Ora, ribadiamo il nostro pronostico sui candidati.

    Senza le deroghe, tre maschi e quattro femmine. Stando a quello ch filtra dagli ambienti romani, alla Picierno starebbe tentando di entrare nel novero di quei candidati che noi abbiamo descritto “figli della gallina bianca“, che saranno nominati dal partito e che non dovranno sottoporsi al vaglio delle Primarie. Ma a quanto pare, alla Picierno, non dovrebbe essere garantita questa possibilità. Dunque, anche lei candidata insieme a Lucia Esposito, probabilmente a Rosa Castrillo o Rosida Baia, mentre la quarta donna potrebbe uscire dall’area Renzi, con la capuana Loredana Affinito con qualche buona possibilità.

    Per quel che riguarda i maschietti, sicuro il segretario provinciale Dario Abbate, soprattutto se non ci sarà la deroga per Caputo, Munno e Cappello. Arci-scuro pure Graziano. Sarà difficile che, la Direzione provinciale, possa dire no a Lucia Esposito degli ex Ds e all’esponente storico degli ex Ds e poi Pd, Franco Capobianco. Candidato anche uno tra Antonio di Biasio e Ludovico Feole. E poi Carlo Marino, in quota Renzi. Mancherebbe un maschietto, ma sulla cosa vi faremo sapere presto.

    Questa la fotografia alle 17.20. Più tardi vedremo.

    Gianluigi Guarino

    CLICCA QUI per leggere il regolamento ufficiale delle Primarie del Pd

    PUBBLICATO IL: 18 dicembre 2012 ALLE ORE 19:28