Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Pd ridotto a macchietta: una fantomatica commissione di garanzia annulla il congresso di Aversa. Ora, cortesemente, abolitevi!


    Pensi sempre di aver visto il massimo del ridicolo, ma i Democratici di Caserta, hanno sempre una sorpresa nuova. CASERTA - Ci sono momenti in cui ti passa anche la voglia di scherzare, di ironizzare, di cazzeggiare sulle misere faccenduole della politica casertana. Del Pd locale abbiamo scritto di tutto e di più, ritenendo più […]

    Nella foto, da sinistra, Ludovico Feole e il neo segretario del Pd di Aversa Carmine Esposito

    Pensi sempre di aver visto il massimo del ridicolo, ma i Democratici di Caserta, hanno sempre una sorpresa nuova.

    CASERTA - Ci sono momenti in cui ti passa anche la voglia di scherzare, di ironizzare, di cazzeggiare sulle misere faccenduole della politica casertana.

    Del Pd locale abbiamo scritto di tutto e di più, ritenendo più volte di aver raggiunto un punto limite, al di là del quale non fosse più possibile imbattersi in vicende ancor più ridicole e autenticamente surreali. E invece, abbiamo dovuto ammettere che c’era sempre un fatto, un racconto che andava al di là, che raggiungeva mondi sempre più sconosciuti del non senso.

    E anche oggi, martedì, siamo stati costretti a ripetere il rito di questa periodica presa d’atto, quando ci hanno comunicato la notizia, degna, al massimo, di una puntata di “scherzi a parte”, che la fantomatica commissione di garanzia del partito aveva provveduto ad annullare il congresso cittadino di Aversa.

    Ma come, un partito che da sei mesi non ha un segretario provinciale, che ha un vicesegretario senza poteri e che dice a sè stesso di averli, che ha un Presidente che si schiera ufficialmente contro la lista del Pd a Maddaloni, che vive un assoluto imbarazzante vuoto di potere di funzioni e di idee e che ieri ha vissuto un altro tracollo elettorale, perdendo a Marcianise, ma soprattutto a Roccamonfina dove il vicesegretario provinciale reggente è stato addirittura doppiato dalla sua concorrente fa esistere come suo unico organo una commissione di garanzia?

    Bene, anzi, male, un partito ridotto in queste condizioni, in pratica inesistente, riunisce un organismo che dice di chiamarsi commissione di garanzia e che annulla un congresso cittadino che ha avuto almeno il pregio di mettere nella stessa stanza settanta, ottanta persone, pronte a dare un contributo al partito.

    Per di più in questa pseudo commissione pare che ci sia anche qualcuno che la tessera del Pd non ce l’ha neppure e che con supremo sprezzo del ridicolo si imbuca in riunioni con improbabili personaggi semi sconosciuti.

    Oggi ci è arrivato un suggerimento: promuovere una class action tra tutti i casertani che si sentono vicini a questo partito per invocare una sua abolizione ipso facto.

    Suggerimento accolto

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 28 maggio 2013 ALLE ORE 21:35