Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GRAZZANISE – Parente non c’è più. Ora il ventriano di ferro Marcello Vaio può ritirarsi


      L’ex sindaco, dopo la riunione con i suoi colleghi consiglieri di minoranza, ha comunicato a diversi amici, suoi fedeli elettori, di mollare la vita politica paesana anche se continuerà, dall’esterno, ad appoggiare Federico Conte GRAZZANISE – Si sa, le vite dei cartelli elettorali hanno la stessa durata di quelle delle farfalle, nascono e muoiono in pochissimo tempo. A […]

    Nella foto Raimondo, Vaio e Ventre

     

    L’ex sindaco, dopo la riunione con i suoi colleghi consiglieri di minoranza, ha comunicato a diversi amici, suoi fedeli elettori, di mollare la vita politica paesana anche se continuerà, dall’esterno, ad appoggiare Federico Conte

    GRAZZANISE – Si sa, le vite dei cartelli elettorali hanno la stessa durata di quelle delle farfalle, nascono e muoiono in pochissimo tempo. A dire il vero Nuovo Orizzonti, per essere un cartello elettorale, appunto, indipendentemente da ciò che ha prodotto,  è resistito a lungo. E’ nato nel 2010, quindi, ad oggi, ha ben 3 anni di esistenza politica sul groppone.

    Non sappiamo, però, se riuscirà a resistere, così come è, per questi altri 18 mesi di purgatorio amministrativo.

    A mettere ancora in discussione la tenuta del gruppo, già una volta ci aveva pensato Paolo Parente, è la presunta fuoriuscita dalla compagine neorizzontina di Marcello Vaio, area Pdl, ex sindaco, uomo di grande esperienza politica, ventriano d’acciaio e fervido sostenitore di Federico Conte. Presunta perché di comunicati ufficiali non ce ne sono pervenuti, ma è Vaio stesso che, cranio per cranio, va proclamando l’annuncio del suo ritiro.

    A quanto pare Marcello Vaio ha comunicato il suo il ritiro ai suoi 4 colleghi, ex consiglieri di minoranza, durante la riunione serale di venerdì scorso.

    Frizioni interne, stanchezza, la voglia di cedere il passo, qualche incomprensione, il motivo, sinceramente, al momento, non lo conosciamo. Vaio, però, avrebbe rassicurato il gruppo dicendo di continuare a sostenere, ugualmente, dall’esterno, la baracca.

    Altre voci, più maliziose, invece, prevedono, addirittura, l’implosione di Nuovi Orizzonti. Sulle ceneri della formazione guidata da Conte, poi, verrebbero formate due liste di area, una di centro destra, dove confluirebbe Vaio, e una di centro sinistra. Qualora si concretizzasse tale ipotesi, questa andrebbe a togliere dall’imbarazzo agognate candidature di politici paesani alle prossime regionali, che, per accordi pregressi, per l’inevitabile intreccio tra elezioni amministrative e regionali, appunto, tutta la civica neorizzontina dovrebbe poi sostenere.

    Nuovi Orizzonti che raccoglie Pd, Pdl, Psi e compagnia cantata, andrebbe a votare il candidato y al consiglio regionale, di un partito x,  in cambio dell’appoggio, interno o esterno, alle prossime amministrative dello stesso y?

    Non conosciamo quanto questo probabile scenario possa aver inciso sulla scelta di Vaio. D’altronde sono ipotesi, sono carotaggi dell’attuale humus politico. 18 mesi, del resto, sono lunghi da passare.

    Di sicuro, se confermato, il ritiro di Vaio, concretizzato proprio dopo il crollo della civica La Svolta, capitanata da Enrico Parente, nata sui resti del commissariamento per camorra del 97′, e crollata, qualche mese, paradossalmente, proprio per infiltrazione mafiosa, salvo vincita dei ricorsi al Tar presentati da Gravante e altri 3 assessori, dividerà, sostanzialmente, i politicanti grazzanisani tra chi gioisce per il pensionamento amministrativo del rivale di sempre, e chi si rattrista per l’addio al palcoscenico calcato per 30 della  politica casertana.

    Oggi, alle 12, invece, in municipio, c’è l’incontro di tutte le forze politiche e sociali con la triade. Nuovi Orizzonti non parteciperà, e, salvo ripensamenti, anche Senso Civico ha scelto di non presentarsi.

    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 27 maggio 2013 ALLE ORE 11:21