Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Paolo Romano, Lega, Monti, tutto, ma non un voto al Pdl. E Lagnena si smarca dai Cosentino


      Come abbiamo più volte scritto in questa campagna elettorale il presidente del Consiglio regionale quando ha potuto, dove ha potuto ha votato Lega-Tremonti oppure anche Monti. L’imprenditore Enzo Natale ha dato una piccola mano a Casagiove e a Casal di Principe   CASERTA – Portare in giro dalle nostre parti ed in generale nell’Italia […]

    Nelle foto, da sinistra, Paolo Romano, Enzo Natale e Paolo Lagnena

     

    Come abbiamo più volte scritto in questa campagna elettorale il presidente del Consiglio regionale quando ha potuto, dove ha potuto ha votato Lega-Tremonti oppure anche Monti. L’imprenditore Enzo Natale ha dato una piccola mano a Casagiove e a Casal di Principe

     

    CASERTA – Portare in giro dalle nostre parti ed in generale nell’Italia Meridionale, un fac simile con il simbolo barrato della Lega Nord non è esattamente la cosa più semplice del mondo. Soprattutto quando, l’operazione un po’ imbarazzante ha come suo ispiratore una figura dall’alto profilo istituzionale.

    Insomma, Paolo Romano ci ha pure tentato di fare uscire qualche voto alla Lega Nord, associata al nome di Tremonti, ma per ovvi motivi non si è potuto sbilanciare più di tanto. Dove è riuscito a mettere un candidato abbastanza competitivo, come è successo a Santa Maria Capua Vetere, il risultato è arrivato, dato che per la Lega Nord conquistare il 5% dei voti non è cosa da poco. Un numero ascrivibile all’impegno motivato espresso dal consigliere comunale Gaetano Di Monaco, che occupava uno dei primi posti nella lista alla Camera.

    Altrove, il presidente del Consiglio regionale non si è potuto sbilanciare più di tanto. Ha chiesto aiuto a qualche amico che gliela ha pure dato nei limiti della difficoltà di far votare Lega Nord alle elezioni politiche in una provincia del profondo Sud.

    Ma quei 100 e più voti di Casagiove, quei quasi 100 voti di Casal di Principe dimostrano che l’amico in questione, il noto imprenditore Enzo Natale, un piccolo contributo lo ha fornito.

    A Casagiove, anche attraverso l’apporto, tutto sommato sorprendente dell’ex comandante dei vigili, poi assessore, Lagnena, il quale ha girato per la Lega Nord, sentendosi, evidentemente, libero di farlo, in considerazione del disimpegno forzato di Nicola Cosentino.

    I Lagnena, infatti, non solo sono legatissimi politicamente a Nicola Cosentino, ma sono anche soci in affari di Giovanni Cosentino, del quale gestiscono un distributore di carburante non lontano dallo svincolo autostradale di Caserta Nord.

    Tornando a Romano, qualche segnalino, il presidente del Consiglio regionale lo ha dato anche a Capua, dove la Lega Nord ha raccolto 59 voti. Non si è potuto sbilanciare più di tanto, ma Romano, che qualche voto lo ha dato anche a Scelta civica per Monti, e forse anche a Grillo, ha votato tutto fuorché il Pdl. E questo, a Capua lo ha fatto fare anche a coloro che sono titolari della funzione politica all’interno della sezione cittadina.

    Follie che possono capitare solo nel partito di Berlusconi.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 26 febbraio 2013 ALLE ORE 18:28