Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Paolo Romano a capo della lista di Caldoro. Ma dopo la bufera di giovedì la ‘Sveglia’ del governatore si è già scassata


    In un’intervista rilasciata a Sky, il presidente del Consiglio regionale, ha liquidato la vicenda giudiziaria che ha coinvolto Ianniciello e Martusciello, come un fatto che investe comportamenti individuali. Ma i giudici, nelle loro valutazioni su Martusciello, mettono sotto indagine i suoi doveri istituzionali. E così questo rilievo di Romano, diventa una stoccata politica verso colui […]

    Nelle foto, Caldoro, Romano e Martusciello

    In un’intervista rilasciata a Sky, il presidente del Consiglio regionale, ha liquidato la vicenda giudiziaria che ha coinvolto Ianniciello e Martusciello, come un fatto che investe comportamenti individuali. Ma i giudici, nelle loro valutazioni su Martusciello, mettono sotto indagine i suoi doveri istituzionali. E così questo rilievo di Romano, diventa una stoccata politica verso colui che, al suo pari, è l’esponente più vicino alle posizioni del governatore.

    Caserta - Abbiamo seguito con molta attenzione l’intervista rilasciata dal presidente del Consiglio regionale, Paolo Romano, ai microfoni di SkyTg24, nella giornata dell’arresto del consigliere regionale del Pdl, Massimo Ianniciello, e dell’avviso di garanzia notificato all’ex capogruppo, sempre del Pdl, Fulvio Martusciello.

    Paolo Romano, ha parlato di “responsabilità individuali”, garantendo sulla regolarità dell’andamento generale e complessivo dell’utilizzo dei fondi pubblici, destinato ai gruppi consiliari della Regione Campania.

    Le parole di Paolo Romano, sono, probabilmente, un po’ troppo ottimiste, dato che gli avvenimenti di giovedì mattina rappresentano solo una prima evoluzione del primo dei tre filoni di inchiesta attivati. Ma diciamo pure che, relativamente, alle prospettive future di questa indagine il massimo rappresentante dell’istituzione che a questa indagine è sottoposta, non poteva dichiarare altro di quello che ha dichiarato. Diversa la valutazione del senso politico delle parole espresse da Romano, il quale, quando considera, come unica ipotesi di deviazione da uno stato di corretta gestione del danaro pubblico, quella relativa ad eventuali comportamenti individuali, prende, in qualche modo, le distanze non solo da Massimo Ianniciello, ma anche da Fulvio Martusciello, cioè da colui che, insieme a Romano ha rappresentato e rappresenta l’elemento più vicino al governatore Caldoro.

    Una presa di distanza che è tutta politica e che Romano ha espresso proprio per fornire un senso politico alle sue parole, dato che, molto meno senso hanno dal punto di vista della valutazione letterale della questione giudiziaria in atto. Al riguardo, questo scrive il Gip del Tribunale di Napoli, in relazione all’informazione di garanzia, con annessa perquisizione, notificata a Fulvio Martusciello: Il compito di condurre una “idonea istruttoria” sulle richieste di rimborso spese spettava, secondo l’accusa, al capogruppo del Pdl, Fulvio Martusciello.Dunque, qui, la responsabilità individuale c’entra poco, dato che il rilievo viene mosso a Martusciello, in relazione a presunti comportamenti illegali compiuti nell’esercizio della sua funzione, di una funzione di coordinamento e di controllo. Ed è questo o anche questo che la Procura di Napoli ,sta valutando negli altri due filoni di inchiesta. In poche parole, non si sta cercando di capire se c’è stato solo qualche mariuolo che arraffato o imbrogliato ma se è successo pure che chi aveva compiti di controllo e di verifica ha chiuso un occhio o anche due.

    Romano è troppo intelligente per aver detto quelle parole che ha pronunciato ai microfoni di Sky e non di “Tele Mappatella” senza aver letto prima le carte e la valutazione dei giudici che danno della posizione di Martusciello. Aver recintato quello che è accaduto, nel perimetro delle “responsabilità individuali e personali” è una presa di distanza politica da Martusciello. E questo determina, senza dubbio, una prima conseguenza: una incrinatura molto seria della corazza di quelli che hanno fatto gruppo con il governatore Caldoro. Dopo quello che è capitato giovedì mattina, dopo queste parole pronunciate da Romano, sarà un po’ difficile che Fulvio Martusciello sia il numero uno dela lista della Sveglia che il governatore Caldoro sta cercando di mettere in campo alle Elezioni politiche, insieme ad altri governatori meridionali, targati Pdl. E sarà anche difficile, alla luce della latenza di altri clamorosi sviluppi dell’inchiesta della Procura di Napoli, che, Caldoro, candidi altri consiglieri regionali, compreso Paolo Romano che era, fino a qualche giorno fa, in predicato di occupare la casella numero uno della stessa lista nella circoscrizione di Campania 2.

    PUBBLICATO IL: 22 dicembre 2012 ALLE ORE 16:02