Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ORE 22:40 Cesaro padre e figlio dicono che i coordinatori provinciali sono stati fatti, Fitto e i cosentiniani dicono che non è vero. La folle giornata di Forza Italia


    Confermata e ufficializzata, invece, quella di Daniela Nugnes alla carica di vice coordinatrice regionale

    Del-Gaudio-De-Lucia-Antropoli1

     

    CASERTA - Prima parte del racconto: un’agenzia Ansa annuncia che Silvio Berlusconi avrebbe avallato le nomine dei coordinatori provinciali della Campania proposti da Domenico De Siano, in nome e per conto di Cesaro padre e figlio.

    Seconda parte del racconto: dall’entourage di Raffaele Fitto, che va salvando sempre di più la sua posizione a quella dei parlamentari campani rimasti fedeli a Cosentino, a quella dei calabresi di Galati e a quella dei siciliani di Saverio Romano, arriva una verità completamente diversa, e cioè che il Cavaliere, in realtà, non avrebbe avallato alcunché. Al contrario, la riunione di stamattina con i senatori cosentiniani e il pericolo che questi comincino a votare come gli pare sulla legge elettorale lo abbia indotto a congelare le nomine campane. Tanto più che anche Pina Castiello, deputata di Napoli nord, sembra che non abbia alcuna intenzione, da deputata qual è, di fare la vice coordinatrice a Napoli a Pentangelo, ventriloquo dei Cesaro all’amministrazione provinciale e ora pronto a sedere, sempre in nome e per conto della famiglia santantimese, sulla poltrona di coordinatore provinciale a Napoli.

    Sarebbe confermata, invece, sia nella ricostruzione del clan Cesaro, sia nell’entourage di Raffaele Fitto, la nomina a vicecoordinatrice regionale di Daniela Nugnes.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 14 marzo 2014 ALLE ORE 22:05