Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ORE 20.31 ESCLUSIVA MADDALONI – ECCO il Pd meno L. Esposito vota a favore del sindaco il salvagente pro-evasori fiscali. E siccome ci sono molti vip…


      Stasera, lunedì, una seduta del consiglio sconcertante. Capuozzo, per pudore non si è presentato MADDALONI – Qui sì che la battuta di Beppe Grillo trova un’applicazione effettiva! Peccato che il marketing di Berlusconi abbia mandato in soffitta il Pdl, ritravestito con le insegne di Forza Italia. Altrimenti stasera, lunedì avremmo potuto citare il comico genovese: […]

    Nelle foto, da sinistra, il consigliere Capuozzo, Gaetano Esposito e Rosa De Lucia

     

    Stasera, lunedì, una seduta del consiglio sconcertante. Capuozzo, per pudore non si è presentato

    MADDALONI – Qui sì che la battuta di Beppe Grillo trova un’applicazione effettiva! Peccato che il marketing di Berlusconi abbia mandato in soffitta il Pdl, ritravestito con le insegne di Forza Italia. Altrimenti stasera, lunedì avremmo potuto citare il comico genovese: c’è il Pdl e il Pd meno L. Ancora una volta, infatti, Gaetano Esposito ha votato insieme alla maggioranza, insieme al sindaco di Forza Italia, Rosa De Lucia. E non un provvedimento qualsiasi, ma un ordine del giorno, in cui viene stabilita una sorta di moratoria degli accertamenti tributari da parte di Iap, in attesa che una verifica ed un’analisi, compiuta dalla struttura burocratica del Comune arrivi ad una comprensione sulla concentrazione di cartelle esattoriali che ha investito tantissimi cittadini di Maddaloni. Dopo di che, non viene esclusa una rescissione del contratto. Il che significherebbe, al di là degli errori tecnici e organizzativi, forse anche contabili, che ha compiuto Iap, l’inizio di un’altra fase di vergognosa inerzia fiscale, in cui l’evasione, che ha coinvolto direttamente anche alcuni politici importanti della vecchia e della nuova amministrazione, diventerebbe di nuovo il sistema e il privilegio pernicioso per una città già dissestata e che, a quel punto dovrebbe dichiarare bancarotta.

    Cosa c’entri il Pd con questo modello lascivo e paracriminale non si sa. Il problema è che la posizione di Gaetano Esposito ha rappresentato il partito anche stasera, anche se l’altro consigliere Capuozzo non si è presentato per pudore. Contro all’ordine del giorno del sindaco hanno votato Maddaloni nel Cuore, Pisani, Luigi Bove, mentre Di Rosa che sta un po’ di qua e un po’ di là si è astenuto, un imbarazzato Vinciguerra ha spedito una lettera in cui ha formalizzato la sua dichiarazione di indipendenza dal gruppo di Maddaloni nel Cuore e Iacobelli ha proprio votato a favore.

    In pochi, probabilmente, si sono concentrati sul contenuto del documento presentato dall’opposizione che pur contenendo una serie di condizioni stringenti anche per Iap, non contemplava, logicamente la rescissione del contratto.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 13 gennaio 2014 ALLE ORE 20:43