Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Nitto Palma riparte da soldato semplice. Emissario a CASERTA per conto di Cesaro. Del Gaudio si offre anche a lui


      Asse con Lucrezia Cicia, “La polpetta” ingolosisce Zinzi immaginando per un suo uomo il posto di coordinatore cittadino CASERTA - Dal giorno in cui Francesco Nitto Palma ha cenato e dormito al Crown Plaza il suo legame con la città di Caserta è diventato carnale. Una vera e proprio passione inguaribile che lo porta […]

    Nella foto Zinzi, Cicia, Del Gaudio e Nitto Palma

     

    Asse con Lucrezia Cicia, “La polpetta” ingolosisce Zinzi immaginando per un suo uomo il posto di coordinatore cittadino

    CASERTA - Dal giorno in cui Francesco Nitto Palma ha cenato e dormito al Crown Plaza il suo legame con la città di Caserta è diventato carnale. Una vera e proprio passione inguaribile che lo porta ad accettare, lui che è stato un magistrato di indubbio prestigio, che è stato ministro Grazia e Giustizia e poi coordinatore regionale per volere esclusivo di Nicola Cosentino, ad accettare le mansioni più umili. Un vero e proprio uomo al servizio del partito.

    Come Fantozzi ripartì dopo la sua parentesi anarchico contestataria contro il super direttore naturale dal rango di parafulmine, così Nitto Palma riparte da un incarico esplorativo. Ma non per formare un nuovo governo o per trovare una ragione di mediazione a una grave crisi politico-istituzionale, ma per cercare di dare un assetto al partito, fottendo definitivamente Nicola Cosentino, cioè colui che lo volle al capo del Pdl in Campania. Per fare questo, Nitto Palma si è già consultato con Lucrezia Cicia, consigliera comunale che, ormai in maniera del tutto evidente, si è messa in una posizione molto più vicina alle tesi alate di meatball e little meatball che a quelle di Forza Campania e di Cosentino.

    Il sindaco Del Gaudio, come è noto, si è proposto per la carica di coordinatore provinciale. Nitto Palma ritiene che una coppia Del Gaudio-Cicia potrebbe garantire, aggiungendovi, magari, uno Zinzi, a cui pare sia stato promesso il coordinamento cittadino di Caserta, i voti per che gli servono per vincere le prossime elezioni regionali.

    Pur non essendo stato previsto ancora nell’organigramma di Berlusconi, la carica di coordinatore provinciale, questa è stata offerta, in pratica, a chiunque, negli ultimi 15 giorni. Per noi di Casertace l’ideale sarebbe che Nitto Palma diventasse commissario provinciale. Dunque, venisse ad abitare qui in città, magari nella stessa suite che occupò nella famosa notte del Crown Plaza. A quel punto partiremmo con una rubrica fissa quotidiana.

    Forza Nitto, tieni soprattutto duro. Noi stiamo già preparando un comitato d’accoglienza al rinomato casello di Caserta Nord, teatro, l’anno scorso, di uno storico inserguimento in auto di Denis Verdini nei confronti di Nicola Cosentino che, saputo ufficialmente della sua mancata candidatura al parlamento, si era portato con se in via Tescione, purtroppo per lui, sotto la nostra redazione di allora, tutti i documenti per la presentazione ufficiale delle liste.

    Il circo Forza Italia promette altri fantasmagorici spettacoli con grande abbondanza di nani, ballerine e impareggiabili clown.

    Gianluigi Guarino

     

    PUBBLICATO IL: 3 febbraio 2014 ALLE ORE 15:54