Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    NATALE A MONDRAGONE, TARES – DUELLO SCHIAPPA-ZINZI, l’arringa di Zannini: “Il sindaco ha bruciato la tredicesima dei mondragonesi e poi attacca la Provincia, quando lui è un consigliere provinciale”


      Botta e risposta tra sindaco e centristi. L’esponente dell’opposizione: “La fascia tricolore adotta la politica dello scaricabarile, ma conosce i contenuti della Tares” MONDRAGONE – A supporto e a sostegno delle reazioni politiche esplicitate dagli uomini di Zinzi a Mondragone, a seguito dell’attacco lanciato dal sindaco, Giovanni Schiappa, riguardo il caso Tares e aumento […]

     

    Botta e risposta tra sindaco e centristi. L’esponente dell’opposizione: “La fascia tricolore adotta la politica dello scaricabarile, ma conosce i contenuti della Tares”

    MONDRAGONE – A supporto e a sostegno delle reazioni politiche esplicitate dagli uomini di Zinzi a Mondragone, a seguito dell’attacco lanciato dal sindaco, Giovanni Schiappa, riguardo il caso Tares e aumento del costo del servizio di conferimento al termovalorizzatore di Acerra dell’indifferenziato, è stata rilanciata la nota stampa dell’esponente della coalizione di centro, Giovanni Zannini. 

    A differenza degli alleati, Zannini attacca Schiappa sul fronte politico provinciale: “Il sindaco ormai confonde il suo ruolo di primo cittadino con quello di consigliere provinciale, dimenticandosi, quindi di essere anche un rappresentante della Provincia, quindi dell’ente in cui lui siede e nel contempo ha attaccato indirettamente con il suo manifesto, volendo colpevolizzare la società provinciale Gisec per il nuovo carico fiscale Tares a Mondragone“.

    Zannini, nella sua arringa che pubblichiamo in calce al nostro articolo accusa il sindaco di adottare la politica dello “scaricabarile”, quando la Tares include anche altri servizi indivisibili. Il centrista appoggia le tesi già espresse da Camillo Federico e Alessandro Pagliaro che hanno letteralmente smentito il primo cittadino… (CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO DI IERI) e punta il dito nella piaga, anzi nelle tasche dei mondragonesi: “I cittadini quest’anno vedranno andare in fumo la tredicesima“.

    Max Ive

     QUI SOTTO LA NOTA STAMPA DI GIOVANNI ZANNINI

    Schiappa gioca allo scaricabarile (come suo solito) e intanto i  Mondragonesi quest’anno vedranno andare in fumo la tredicesima. E’ proprio il caso di dirlo con gli aumenti vertiginosi della TARES molti Mondragonesi vedranno bruciata la propria tredicesima e molte attività non potranno investire per il rilancio delle proprie attività. I cittadini hanno scoperto la brutta sorpresa solo in questi giorni, ma noi della coalizione di centro (in particolare il consigliere Alessandro Pagliaro) avevamo già lanciato l’allarme mesi fa (ovviamente inascoltati dal Sindaco). E adesso ecco i risultati. L’aumento del prelievo produce insofferenza nei cittadini costretti a dare sempre di piu’ nonostante la oggettiva inefficienza dei servizi pubblici (in primis la raccolta dei rifiuti solidi urbani) che la TARES dovrebbe garantire.
    Di fronte alle sofferenze dei cittadini mondragonesi Schiappa cosa fa ? Accusa (in modo patetico e senza fondamento alcuno, come hanno ben spiegato Federico e Pagliaro) la provincia dimenticando di che lui è ancora un consigliere provinciale in carica. Evidente lo stato confusionale del nostro giovane primo cittadino.

    Avv Giovanni Zannini

    PUBBLICATO IL: 15 dicembre 2013 ALLE ORE 14:08