Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE / Tarsu, le opposizioni non vogliono incontrare Schiappa: "Ci vediamo in Consiglio se hai coraggio"


      Braccio di ferro tra maggioranza e minoranza dopo il caso Piazza. Il centrodestra non ha i numeri per governare   MONDRAGONE - “Abbiamo atteso troppo, il sindaco Schiappa, sul caso Tarsu, prima ci ha snobbato e ora che ha la maggioranza allo sfascio vuole confrontarsi con noi su questo argomento. No grazie sindaco, ci […]

    Nelle foto, da sinistra, Giovanni Zannini, Giovanni Schiappa e il consigliere Piazza

     

    Braccio di ferro tra maggioranza e minoranza dopo il caso Piazza. Il centrodestra non ha i numeri per governare

     

    MONDRAGONE -Abbiamo atteso troppo, il sindaco Schiappa, sul caso Tarsu, prima ci ha snobbato e ora che ha la maggioranza allo sfascio vuole confrontarsi con noi su questo argomento. No grazie sindaco, ci vediamo in Consiglio“.

    Sono le parole di Giovanni Zannini di Proposta democratica, che a nome delle opposizioni ha spiegato il perchè della scelta di non confrontarsi più con il primo cittadino, dopo l’asemblea pubblica di alcune settimane fa.

    La minoranza, dopo il caso Piazza, non teme più Schiappa e i suoi e hanno in mente di preparare per il sindaco un’autentica disfatta in Assise.

    Nel contempo le opposizioni si sono fatti promotori di due proposte: archiviazione delle cartelle pazze del 2006 e per quelle dal 2008 al 2011, concedere un ravvedimento operoso ai cittadini.

    Si annunciano fulmini e saette nella pubblica Assise.

    Massimiliano Ive

    QUI SOTTO IL TESTO DELLA MOZIONE

    Mozione TARSUSchiappa ha paura di essere schiacciato in consiglio comunale e si piega alla richiesta di incontro recapitatagli in data 07.02.2013 dalla coalizione di centro e dall’IDV. Ma i Centristi non cadono nel trabocchetto e rispondono con un secco: TROPPO TARDI. CI VEDIAMO IN CONSIGLIO COMUNALE (e sta volta non scappare). Noi Centristi unitamente all’ IDV e al PD abbiamo chiesto un consiglio comunale straordinario (che per regolamento dovrà essere convocato al massimo entro 20 giorni) per deliberare sulla comune mozione (redata grzie al contributo unanime del PD dell’IDV, dell’UDC e sostenuta dal FLI, da PROPOSTA DEMOCRATICA ) volta a far dichiarare la decadenza della possibilità di esigere il tributo TARSU per l’anno 2006 e l’annullamento dell’avviso di accertamento relativamente alle annualità 2008 – 2011 (annualità per le quali non vi è rischio di decadenza/prescrizione alcuno) con possibilità di ravedimento operoso e rateizazione senza interessi di mora e sanzioni pecuniarie (relativamente alle citate annualità 2008- 2011. La mozione delle minoranze al il  fine di alleggerire il gravoso peso fiscale imposto a carico dei contribuenti a causa dela inerzia politica della giunta Schiappa. il Sindaco – rincara l’Avv. Giovanni Zannini per la coalizione di centro – continua a giocare e a non prendere sul serio una questione fondamentale per i cittadini. Avevamo chiesto, su questo tema (all’indomani della partecipatissima assemblea cittadina organizzata dalla coalizione di centro e durante la quale si sono registrati fondamentali interventi tecnici da parte del Geom. Pasquale Sorvillo, da parte dell’ Arch, Francesco Miraglia nonchè da parte dei consiglieri comunali Mario Fusco per l’Idv, Dott. Emilio Martucci per il PD, Avv Camillo Federico per l’Udc e da parte del consigliere provinciale Avv. Francesco Lavanga e dell’ex Vuce Sindaco Alessandro Rizzieri)  una convocazione ad horas in data 07.02.2013. veniamo convocati dopo  10 giorni (…dimenticavo, il Sindaco  era impegnato a consegnare le chiavi di Mondragone al Carnevale…). Mi chiedo, per inciso:  ma quel criterio ha utilizzato il Sindaco per le convocazioni? E poi come mai ci convoca all’indomani della destituzione del coordinatore Piazza? la risposta è una sola: Schiappa non ha i numeri per venire in consiglio comunale. Ed è li che noi lo attenderemo, senza sconto alcuno!. Questa mattina  tutte le forze politiche di minoranza – dimostrando senso di responsabilità e coesione sui problemi di interesse generale come quello della TARSU – hanno chiesto una convocazione urgente del consiglio comunale chiamandolo a deliberare una mozione importantissima che alleggerirà (se accolta) il già insopportabile carico fiscale da cui sono gravati i cittadini Mondragonesi. La coalizione di centro sempre in data odierna ha depositato un documento con cui ha comuncato al Sindaco che ogni dibattito in merito alla tematica è rimandato al prossimo consiglio comunale che Egli è sollecitato a fissare con urgenza e tempestività.!

    Avv. Giovanni Zannini per la Coalizione di Centro

    PUBBLICATO IL: 18 febbraio 2013 ALLE ORE 10:42