Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE – Si lavora sulla giunta del ribaltone. ECCO TUTTI I NOMI su cui stanno trattando Giovanni Schiappa e Achille Cennami


        I sismografi del Monte Petrino registrano forti scosse sismiche in seno al Pdl. Davidde pronto a prendersi il partito per buttare fuore la Nugnes e Piazza definitivamente. L’ex sindaco del centro sinistra, invece, gioca il tutto per tutto sulla fedeltà in giunta di Martucci   MONDRAGONE  – Il “Day After” del vicesegretario del Pd, […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Giovanni Schiappa, Achille Cennami, Ermanno Miraglia, Salvatore Davidde, Daniela Nugnes, Giuseppe Piazza, Francesco Supino ed Emilio Martucci

     

    I sismografi del Monte Petrino registrano forti scosse sismiche in seno al Pdl. Davidde pronto a prendersi il partito per buttare fuore la Nugnes e Piazza definitivamente. L’ex sindaco del centro sinistra, invece, gioca il tutto per tutto sulla fedeltà in giunta di Martucci

     

    MONDRAGONE  – Il “Day After” del vicesegretario del Pd, Pasquale Fardella risulta essere caratterizzato da una sorta di reazione morale da parte di tutto il centro sinistra mondragonese, a partire da Sel.  La notizia del possibile accordo politico tra Schiappa e Cennami ha, infatti, suscitato una serie di reazioni sintetizzatesi in svariati comunicati stampa di solidarietà politica nei confronti dell’uomo che ha rimesso il suo mandato perchè critico rispetto al suddetto accordo elaborato per salvare il sindaco dimissionario Giovanni Schiappa. 

    Ma oltre alla questione dell’esclusione, dal nuovo progetto politico “Salva Schiappa”, del figlio di Ugo Alfredo Conte, Michele Conte, cosa bolle in pentola?

    Mentre i tre consiglieri dissidenti, Luigi Mascolo, Agostino Napolitano e Giuseppe Piazza sono rimasti fermi nel chiedere semplicemente un azzeramento della giunta, e non le dimissioni del sindaco, di fronte alle ipotesi dimissionarie della fascia tricolore condite con la proposta di accordo Cennami -Schiappa, i rumors della politica paventano la surroga di ben 4 assessori: Francesco Nazzaro, Claudio Petrella, Francesca Gravano e Federico Pellegrino.

    Al loro posto?

    Cennami se dovesse decidere di appoggiare il nuovo esecutivo, per garantire anche una sorta di stabilità politica in seno alla giunta e quindi anche in consiglio comunale dovrà chiedere un sacrificio e quindi la fedeltà al titubante consigliere Emilio Martucci, che assieme ad una donna, proposta dall’ex sindaco, entrerebbe in giunta. Quindi a Cennami toccherebbero due assessori.

    Il sindaco Schiappa dal canto suo per premiare il coordinatore cittadino Ermanno Miraglia, per l’epurazione di Piazza, lo potrebbe nominare assessore, liberando un posto nel partito che verrebbe affidato al suo consigliere personale e di fiducia, Salvatore Davidde.

    Quest’ultimo chiuderebbe il cerchio della geografia politica del Pdl, rafforzando in seno al partito il fronte dei fedelissimi di Paolo Romano, e annullando le interferenze dei landolfiani, della consigliera regionale Daniela Nugnes e del consigliere Piazza.

    Questa nuova quadra permetterebbe anche al consigliere Verrengia di lasciare l’Assise, per fare entrare, come consigliere comunale, nuovamente, l’assessore Federico Pellegrino, primo dei non eletti alle scorse elezioni nella lista Pdl. Sarà poi Salvatore Davidde a rappresentare in seno al partito le istanze dell’amico Verrengia.

    Ovviamente, queste sono solo indiscrezioni dell’ultima ora. Nel pomeriggio, lo scenario potrebbe anche cambiare, in quanto Cennami non ha ancora firmato nessun atto e nessun accordo e in casa Pdl i sismografi ubicati in zona Monte Petrino, registrano forti scosse sismiche.

    PUBBLICATO IL: 16 maggio 2013 ALLE ORE 11:58