Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE / Parentele, affinità familiari, poteri forti dietro ai flop delle riunioni di maggioranza, cosa e come c’entrano Davidde e Beatrice con Schiappa?


      Un’altra questione politica divampa in seno agli uomini che sorreggono le sorti della giunta. Il triangolo Romano, Nugnes e Grimaldi per tenere buoni e silenti Mascolo, Napolitano, Gallo e forse anche Piazza   MONDRAGONE – Perchè le riunioni di maggioranza a Mondragone diventano un motivo di scontro con il sindaco Schiappa, tanto che da oltre […]

    Nelle foto, da sinistra, Giovanni Beatrice, Giovanni Schiappa e Giuseppe Valente

     

    Un’altra questione politica divampa in seno agli uomini che sorreggono le sorti della giunta. Il triangolo Romano, Nugnes e Grimaldi per tenere buoni e silenti Mascolo, Napolitano, Gallo e forse anche Piazza

     

    MONDRAGONE – Perchè le riunioni di maggioranza a Mondragone diventano un motivo di scontro con il sindaco Schiappa, tanto che da oltre 4 mesi non solo non si riesce a ricompattare il gruppo consiliare che regge le sorti della giunta, ma nel contempo non si riescono a trovare le giuste soluzioni per uscire dall’attuale pantano politico?

    Diranno i lettori di Casertace per via della questione politica di Piazza, del nodo Napolitano e delle esose richieste di Mascolo. Ebbene, questi sono solo alcuni dei motivi che hanno prodotto la paralisi politica in seno alla maggioranza di centrodestra, ma a quanto pare c’è un’altra questione che i consiglieri comunali di maggioranza ci hanno segnalato.

    Dopo la totale bocciatura pubblica del consigliere Napolitano, ci sarebbero altri componenti della maggioranza disposti a varcare il Rubicone, prendendo le distanze dal sindaco Schiappa a causa de “la discutibile presenza nelle recenti riunioni di maggioranza di due figure che non avrebbero titolo a starci….”. 

    L’indiscrezione recepita dai consiglieri di maggioranza verte sul presupposto che gli uomini seduti in Assise e che sostengono la fascia tricolore, non solo hanno messo la loro faccia sui manifesti per far vincere il sindaco, ma si sono mobilitati anche per raccogliere voti, per cui vorrebbero agire in autonomia senza sorbirsi eventuali giudizi e paletti dalla segnalata e paventata presenza agli incontri politici del ginecologo, Giovanni Beatrice, esponente di Forza Italia all’epoca in cui il partito era retto da Giuseppe Valente, periodo, tra le altre cose, in cui l’attuale sindaco Giovanni Schiappa militava nel movimento giovanile azzurro, nonchè di Salvatore Davidde, uomo di fiducia di Paolo Romano, nominato nell’Ato 5 dopo la vittoria dell’attuale primo cittadino di Mondragone.

    In effetti, quest’altro nodo che sicuramente verrà palesato a breve a Schiappa fonda le sue basi politiche sul fatto che i candidati del centro destra non digeriscono più l’idea che per raggiungere un accordo politico, questo debba prima essere valutato dai “consiglieri del sindaco“, quindi da Beatrice che non solo sarebbe “affine” a  Schiappa , ma avrebbe anche qualche parentela non esaltante a Mondragone; nonchè da Davidde, il quale mediante Paolo Romano, poi tenderebbe di mantenere taciturni e buoni i consiglieri Napolitano, Mascolo e Gallo, mediante i colleghi di schieramento Massimo Grimaldi e Daniela Nugnes.

    Sia Beatrice che Davidde, inoltre non si sono candidati alle ultime elezioni, pertanto dai banchi della maggioranza ci si interroga sul loro ruolo…

    Allora innanzi a queste indiscrezioni si può facilmente domandare al primo cittadino e speriamo che rompa il suo silenzio con noi di Casertace: è vero o non è vero che Beatrice è un parente indiretto della fascia tricolore?

    E’ vero o non è vero che Davidde e Beatrice partecipano alle riunioni di maggioranza pur non essendosi candidati?

    E perchè i consiglieri di maggioranza contesterebbero proprio la presenza di Beatrice?

    Attendiamo risposte.  

    PUBBLICATO IL: 6 aprile 2013 ALLE ORE 14:52