Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE – L’ASI diventa un pallino per Schiappa e Davidde. Il comune scuce 93mila euro di arretrati


      L’altro giorno abbiamo pubblicato il durissimo attacco di Schiappa a Piero Cappello. Oggi, arriva quest’altra notizia. Con due indizi si può ipotizzare che il Davidde, superfedelissimo di Paolo Romano, a caccia di voti per le elezioni europee, punta alla massima poltrona delle aree industriali. Approvate anche la convenzione con la Dia per banca dati […]

    Nelle foto, da sinistra, Giovanni Schiappa, Salvatore Davidde e Paolo Romano

     

    L’altro giorno abbiamo pubblicato il durissimo attacco di Schiappa a Piero Cappello. Oggi, arriva quest’altra notizia. Con due indizi si può ipotizzare che il Davidde, superfedelissimo di Paolo Romano, a caccia di voti per le elezioni europee, punta alla massima poltrona delle aree industriali. Approvate anche la convenzione con la Dia per banca dati informatizzata e il progetto preliminare per le aree della pesca

    di Max Ive

    MONDRAGONE - Finalmente dopo parecchi giorni di digiuno il sito web del Comune di Mondragone ha reso noto le ultime delibere di giunta pubblicate nella giornata di oggi, 21 febbraio.

    Tra gli atti approvati dall’esecutivo ci sono alcune importanti novità. La prima è quella dell’autorizzazione concessa al sindaco Giovanni Schiappa di sottosrivere l’accordo di conciliazione per la rateizzazione, in dieci ratei annuali, delle somme spettanti al Consorzio ASI di Caserta a titolo di quote consortili non versate e relative alle annualità 2003 al 2013. Quindi da 10 anni il comune di Mondragone non versava un euro all’Asi, forse perchè lo considerava un ente distante…

    In effetti con la debilera n. 14 del 19 febbraio è stato deciso di corrispondere al Consorzio Asi  le annualità 2012 e 2013, per un importo € 3,500,00 all’atto della sottoscrizione dell’accordo. A questo acconto seguirà un versamento di 93.536,67 in dieci ratei annui.

    All’improvviso il sindaco fedelissimo del presidente del Consiglio regionale, Paolo Romano ha tentato di risolvere la pendenza Asi di Mondragone, utilizzando la possibilità di beneficiare di un accordo di conciliazione, guarda caso, un po’ dopo che si era rizzelato nel segnalare qualche incongruenza alla Regione Campania, sul rinnovo degli organi consortili ( CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO).

    Il tentativo di mettere in ordine la posizione del Comune di Mondragone, depennando il debito decennale e nel contempo attaccando la gestione Cappello di tale organo sa tanto di “tentativo” dei Romaniani mondragonesi di contare di più all’interno del Consorzio e magari anche di piazzare un proprio rappresentante. Visto che il punto di contatto tra Paolo Romano e Giovanni Schiappa è stato nel tempo l’ex consigliere Salvatore Davidde, non è escluso che lo “sherpa” dell’amministrazione comunale mondragonese possa ottenere un super incarico. Oppure qualche uomo di Cennami, quindi del Pd, ha l’intenzione di offrire un contributo equilibrando la gestione del collega di partito all’interno del Consorzio Asi.

    LE ALTRE DELIBERE -Domani approfondiremo l’analisi delle altre delibere di giunta. Possiamo comunque annunciare che è stata approvata la convenzione con la Direzione Investigativa Antimafia – centro operativo di Napoli – per l’accesso alla banca dati informatizzata dell’anagrafe comunale e nel contempo si è proceduto all’approvazione del progetto preliminare del punto di sbarco-ricovero e servizi a supporto per i pescatori nel comune di Mondragone, così come prevede il “Fep campania 2007/2013 – misura 4.1 “sviluppo sostenibile delle zone Di pesca” – gac “litorale domitio”.

     

    PUBBLICATO IL: 21 febbraio 2014 ALLE ORE 17:49