Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE – La rabbia di Miriam Saulle: “False le parole di Pacifico. Per il suo assessorato ha deciso tutto Petrella”


      Non si placano le polemiche dopo il clamoroso ribaltone di sabato sera. Ad uscire allo scoperto è la seconda dei non eletti della lista Liberi e Democratici   MONDRAGONE – E’ autenticamente furiosa Miriam Saulle, candidata alle scorse elezioni amministrative nella lista Liberi e Democratici, ispirata da Petrella padre e figlio. Ha ascoltato l’intervento del […]

    Nelle foto, da sinistra, Miriam Saulle e Salvatore Pacifico

     

    Non si placano le polemiche dopo il clamoroso ribaltone di sabato sera. Ad uscire allo scoperto è la seconda dei non eletti della lista Liberi e Democratici

     

    MONDRAGONE – E’ autenticamente furiosa Miriam Saulle, candidata alle scorse elezioni amministrative nella lista Liberi e Democratici, ispirata da Petrella padre e figlio.

    Ha ascoltato l’intervento del neo assessore Salvatore Pacifico, in Consiglio comunale, e per poco non è stata colpita da un travaso di bile. Saulle è la terza della lista, con 119 voti di preferenza, che hanno contribuito non poco alla elezione dello stesso Iandico. “Ho ascoltato le dichiarazioni del nuovo assessore Pacifico, il quale ha dichiarato di essere stato scelto dalla lista, niente di più falso – rincara la Saulle -, in quanto l’avvocato Petrella non ha contattato nessuno, nemmeno me che ero al terzo posto della lista. E’ stato deciso, tutto e solo dall’avvocato contro la volontà di tutta la lista. In questi giorni – racconta la candidata di Liberi e Democratici – non siamo mai stati contattati né ci hanno chiamati per sapere cosa ne pensavamo. Mi dissocio totalmente da questo ribaltone“.

    In effetti il racconto della Saulle contiene anche particolari più approfonditi. ” A quanto mi risulta il nome di Pacifico è stato imposto a Iandico da Petrella, perchè questo, solo con questo nome Petrella avrebbe evitato di mollare la poltrona, dato che lui e Pacifico sono una sola cosa“.

    L’ultima battuta della Saulle, ricostruisce un colloquio da lei avuto nella mattinata di sabato proprio con Iandico “che mi ha riferito che Pacifico era stato scelto in quanto laureato. Io non sono laureata, ma faccio l’insegnante presso una scuola di Milano. Mi chiedo – conclude amaramente  Miriam Saulle – Petrella e Iandico, perchè non si sono posti questa domanda prima delle elezioni. Allora non serviva la laurea?“. 

    PUBBLICATO IL: 27 maggio 2013 ALLE ORE 12:27