Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE, IMPATTO ACUSTICO, SCHIAPPA È CHIAMATO A SCEGLIERE TRA ESIGENZE DEL TURISMO E ORGOGLIO POLITICO


    Al consiglio comunale di stasera, la mozione dei centristi sulla proroga al limite orario per le emissione acustica nei locali, attualmento fissato per l’una di notte, ai sensi del regolamento comunale approvato dal commissario Capomacchia nel 2012. Giovani e commercianti vogliono una modifica al regolamento   MONDRAGONE- Stasera al consiglio comunale, si discuterà la mozione, […]

    da sinistra, il sindaco Giovanni Schiappa, l’ ex commissario cittadino Michele Capomacchia e il consigliere UDC Alessandro Pagliaro

    Al consiglio comunale di stasera, la mozione dei centristi sulla proroga al limite orario per le emissione acustica nei locali, attualmento fissato per l’una di notte, ai sensi del regolamento comunale approvato dal commissario Capomacchia nel 2012. Giovani e commercianti vogliono una modifica al regolamento

     

    MONDRAGONE- Stasera al consiglio comunale, si discuterà la mozione, proposta dalla coalizione di Centro(Proposta democratica-UDC-FLI), relativa all’ottenimento di una proroga( almeno fino alle ore 03:00) al limite orario vigente oltre il quale le attività turistiche mondragonesi non possono tenere accesa la musica. Attualmente, ai sensi del regolamento comunale approvato con delibera commissariale 22/2012 dal commissario Michele Capomacchia, ogni intrattenimento musicale nei locali, sia interni sia zona-mare, deve essere interrotto all’una di notte, pena un verbale scomodo e salato da parte delle forze dell’ordine. Numerosi i cittadini e gli imprenditori turistici che hanno espresso il proprio malcontento nei confronti della norma troppo “severa” e “scaccia-turisti”. Dinanzi alle telecamere dell’emittente tv Campania Felix(canale 613 oppure 694 del digitale), Franco Miraglia del “Cafè Do Mar”, Alessandro Gentile del “Pipe”, Gaetano Marrone dello “chalet Kennedy”, Ivan Tipaldi dello “Chalet CIN CIN”, l’avv. Gianluca Palmieri(organizzatore di eventi e presidente dell’ass. VERI) e tanti altri mondragonesi,tra giovani e adulti, si sono appellati al buon senso dell’amministrazione affinché la “regola” venga modificata. L’assessore alle attività produttive Salvatore Pacifico aveva parlato di una proposta di revisione che la stessa maggioranza stava prendendo in considerazione. Stasera, sarà interessante vedere quale si rivelerà essere la posizione del Sindaco Giovanni Schiappa(egli stesso un giovane e quindi in alcun modo giustificato ad essere sordo all’appello della gioventù cittadina) in merito alla questione. In gioco, non c’è soltanto il divertimento della città, ma anche e soprattutto l’economia generale che mantiene in vita la collettività. La mozione dei centristi ha dato occasione al governo locale di tornare “sui propri passi e tentare di risolvere i disagi espressi dal popolo. L’istanza dell’opposizione non deve essere rifiutata “a priori“, per il semplice fatto che provenga da una fazione di “colore politico” opposto (non di rado infatti le mozioni della minoranza sono state liquidate in pochi minuti) , ma va considerata come spunto per una riflessione seria e meditata sulle sorti della comunità. La popolazione deve assolutamente presenziare, l’argomento è importante, alle porte dell’estate diventa fondamentale

     

    WALTER DE ROSA

    PUBBLICATO IL: 21 giugno 2013 ALLE ORE 18:46