Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Agg. 22.07 ESCLUSIVA MARCIANISE – Raffica di colpi di scena: Abbate prima festeggia poi viene “invalidato”. La maggioranza si ricompatta: Giuseppe Tartaglione presidente del Consiglio


        Nella foto in alto la nuova giunta. Si chiude così la nostra rocambolesca diretta scritta sulle 4 ore più sgangherate che la politica marcianisana abbia mai vissuto    Agg. 22.07 – La folle serata del centro destra marcianisano è terminata con un paio di colpi di scena: l’uscita dall’aula dei tre consiglieri di Fratelli […]

     

    Nella foto, la nuova giunta di Marcianise

     

    Nella foto in alto la nuova giunta. Si chiude così la nostra rocambolesca diretta scritta sulle 4 ore più sgangherate che la politica marcianisana abbia mai vissuto

     

     Agg. 22.07 – La folle serata del centro destra marcianisano è terminata con un paio di colpi di scena: l’uscita dall’aula dei tre consiglieri di Fratelli d’Italia ha innalzato la soglia dei voti necessari per eleggere il presidente del Consiglio. In un primo tempo, 9 voti ottenuti da Alberto Abbate del Pd erano sembrati sufficienti. Il centro sinistra già festeggiava. Poi, qualcuno si è ricordato del regolamento e questa proclamazione è stata invalidata. Intanto, si sono inseguite molte telefonate. Molto attivi Giovanna Petrenga e Angelo Polverino che grazie anche alla mediazione di Paride Amoroso, sono riusciti a ricompattare la maggioranza sul nome designato di Giuseppe Tartaglione di Fratelli D’Italia.

    Nella foto, Giuseppe Tartaglione

    Urna di nuovo riaperta e stavolta nessuna sorpresa. Con 14 voti Giuseppe Tartaglione è il nuovo presidente del Consiglio comunale di Marcianise

    G.G. 

     

    Agg. 21.21 - Probabilmente al sindaco De Angelis avrebbe giovato qualche giorno in più di riposo dopo il malore accusato giovedì sera. Ma De Angelis si è riposato poco, dato che è difficile pensare, visto i nomi che ha coinvolto, che questa giunta sia frutto di una iniziativa estemporanea e improvvisata all’ultimo momento. Si tratta di nomi di famiglie importanti, ma soprattutto di nomi che, incredibilmente, provengono da sinistra.

    Maria Luigia Iodice negli ultimi anni sempre con Pierino Squeglia, candidata al Consiglio regionale per il centrosinistra in appoggio a De Luca.

    Poi c’è Grimaldi solida e fiera tradizione comunista in famiglia.

    Di Carluccio con una parte della famiglia schierata con 5 Stelle e un’altra con Filippo Fecondo.

    Poi c’è la D’Anna, di professione architetto, legata politicamente all’ex consigliere comunale di Caserta, Pasquale Toscano e che ha avuto incarichi sempre da sinistra.

    Però, il riposo c’entra, perchè sul sesto assessore, il sindaco De Angelis ha combinato un vero e proprio pasticcio, designando Francesca Abbate cognata del segretario cittadino del Pd, Angelo Raucci. Ma il problema non è questo, ma è un altro, che rende queste prime ore di De Angelis un po’ imbarazzanti. Il figliolo di Francesca Abbate di professione fa il commercialista, ma soprattutto è revisore dei conti del Comune di Marcianise.

    Dunque, la madre non avrebbe mai potuto fare l’assessora per patente incompatibilità. Più che un sindaco, in questa giornata, il buon De Angelis è apparso un Capitan Fracassa.

    Per quanto riguarda la seduta del Consiglio che è ancora in corso, Fratelli d’Italia, il gruppo di Gerardo Trombetta ha con molta compostezza ritirato la candidatura di Pasquale Tartaglione, facendo seguire questo atto all’abbandono dell’aula, a dimostrazione che quando Casertace diceva che il sindaco rischia di cadere o se non cade deve fare un ribaltone, con Zinzi e la sinistra, non scrivevamo per scherzo.

    In aula sono rimasti gli altri gruppi di una maggioranza già squassata. Nitto Palma ha chiamato i suoi e ha detto di astenersi o qualcosa del genere. Quelli di Marcianise Più fanno giochini. Insomma, caos.

    G.G.

    Agg. 19.29 -Colpo di scena. Il Sindaco de Angelis l’aveva detto a metà pomeriggio. Se la sua maggioranza avrebbe continuato a litigare sulle deleghe e sulla presidenza del consiglio comunale, lui avrebbe preso una decisione drastica: una giunta tecnica di sua esclusiva nomina, tutta di esterni. E così ha fatto. Questi i nomi ufficiali:

    Enrico Accini – (vicesindaco) affari legali e bilancio

    Enrico Grimaldi – commercio industria e artigianato, sport

    Di Carluccio Carlo - Tributi, affari generali, personale

    Iodice Maria Luigia -pubblica istruzione, politiche sociali e giovanili, pari opportunità
    D’Anna Angela – Lavori pubblici, urbanistica

    La cosa che stupisce è soprattutto quella legata alla nomina di Maria Luigia Iodice, moglie di Nicola Scognamiglio. E’ un po’ difficile pensare, infatti che questa sia un’assessora semovente, cioè pronta ad essere accantonata nel momento in cui la maggioranza finirà di litigare.
    MARCIANISE – Riunione fiume iniziata nelle prime ore del pomeriggio e finita verso le 17.30 ad un’ora e mezza dall’inizio della seduta del Consiglio comunale. Molti e serissimi problemi sta incontrando la maggioranza per far quadrare il mosaico delle poltrone.

    Lo schema stabilito nel vertice tra il sindaco e i leader provinciali del Pdl, Petrenga e Polverino, sulla carta, tiene. Ma le imboscate sul voto per il presidente del Consiglio comunale non sono da escludere, dunque, Pasquale Tartaglione qualche rischio lo corre e lo corre anche il sindaco De Angelis, che qualora non riuscisse a ricompattare la sua maggioranza sul nome di Pasquale Tartaglione, rischierebbe di trovarsi subito con 3 o 4 consiglieri in meno.

    Sul fronte degli assessori, Marcianise Più ha indicato i suoi due nomi: Topo e Michelina Farina, indicata dal super infermiere e dal super votato Laurenza. Marcianise Più ha acquisito deleghe importanti: Lavori Pubblici, Attività Produttive e Ambiente. Il Pdl non si capisce ancora bene cosa voglia fare, mentre Fratelli d’Italia, in grande allerta per il voto di stasera sul presidente del Consiglio, per la carica di assessore ha indicato al sindaco De Angelis i nomi dei primi tre candidati non eletti in Consiglio comunale.

    Tra questi, cioè tra: Angelo Ricciardi, la Cicchella e Anna Di Fuccia dovrebbe venire fuori il nome dell’assessore.

     

    PUBBLICATO IL: 8 luglio 2013 ALLE ORE 21:36