Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MARCIANISE Mai scuse furono date più volentieri. Impossibile che Alberto Abbate abbia dato 500 voti a Ciro Foglia. Vi dimostriamo il perchè


      Abbiamo analizzato sezione per sezione gli scarti per coalizione con i voti del candidato sindaco. Alla fine questo scarto pur compensato da un’ipotetica ulteriore variabile, quella dei voti dati secchi a Fecondo, non supera le 600 unità, e siccome ci sono numeri di sezioni singole che dimostrano la diffusione e la polverizzazione del voto […]

    Nella foto Fecondo, Foglia e Abbate

     

    Abbiamo analizzato sezione per sezione gli scarti per coalizione con i voti del candidato sindaco. Alla fine questo scarto pur compensato da un’ipotetica ulteriore variabile, quella dei voti dati secchi a Fecondo, non supera le 600 unità, e siccome ci sono numeri di sezioni singole che dimostrano la diffusione e la polverizzazione del voto disgiunto, probabilmente siamo su quote molto, ma molto inferiori rispetto a quelle di cui avevamo scritto.

    MARCIANISE - Mai come in questa occasione siamo contenti di esserci sbagliati, come può capitare a qualsiasi persona che fa questo mestiere e lo fa con risorse minime non perché non avrebbe la possibilità di rendere questo sito, un sito internazionale, ma perché questo comporterebbe l’asservimento alla politica e ai poteri forti, cosa che non succederà mai.

    Ci siamo sbagliati quando abbiamo scritto che 58o voti alle elezioni comunali di Marcianise erano stati dati contemporaneamente al candidato della lista del Pd Alberto Abbate e al candidato sindaco dell’area di centro zinziana-squegliana Ciro Foglia. Ci abbiamo lavorato sopra con serietà e con spirito analitico. Non potendo accedere direttamente a uno schema preciso di voto disgiunto sezione per sezione, abbiamo solo la numero 4 a disposizione) abbiamo analizzato in ognuna delle 35 sezioni la somma dei voti partiti in appoggio a Fecondo e quelli del sindaco. Ora può anche essere capitato che ci siano altri voti da considerare, per esempio quelli dati solo al candidato sindaco, ma è chiaro che lo scarto tra le liste e Fecondo che in questa nostra analisi si attesta sui 498 voti non può certo crescere in valore esponenziale. Diciamo che massimo si può arrivare a 600. Come si vede dallo schema nella sezione 4 il voto disgiunto è variamente spalmato tra molti candidati, ad esempio in questa sezione ci sono 2 voti disgiunti dati ad Alberto Abbate e al sindaco Foglia e uno dato ad Alberto Abbate e al candidato sindaco De Angelis.

    Potrebbe anche essere un dato non rappresentativo,. ma se colleghiamo lo stesso ai massimi 600 voti di consensi disgiunti che abbiamo calcolato con ragionamento fatto prima diventa impossibile che 580 voti possano essere transitati dall’elettorato di Alberto Abbate al candidato sindaco Ciro Foglia. Non solo è impossibile questo, ma è impossibile anche che i voti siano 400 o 300 o 200. Sono sicuramente di meno.

    Scrivevamo all’inizio che ci fa piacere di esserci sbagliati e anche di chiedere scusa per questo errore ad Alberto e a Dario Abbate. Il nostro piacere proviene da un rapporto sempre leale e corretto che questa testata ha avuto con Dario Abbate, segretario provinciale ancora congelato del Pd casertanano.

    PUBBLICATO IL: 6 giugno 2013 ALLE ORE 14:14