Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MARCIANISE – Ecco la nuova giunta: la Arecchia ha lo sponsor sbagliato. Sindaco, con Amoroso lei fa il moralista ad orologeria


              Tutto come previsto e come scritto 10 giorni fa. Il caso dell’esponente ex “Grande Sud” rimasto fuori dall’esecutivo dopo aver contribuito in maniera decisiva (al tempo i suoi voti non erano di serie B) all’approdo al ballottaggio. Sabato l’ufficializzazione del nuovo esecutivo     MARCIANISE – Il sindaco De Angelis […]

    Nelle foto, da sinistra, Paride Amoroso, Filippo Topo e Anna Arecchia

     

     

     

     

     

    Tutto come previsto e come scritto 10 giorni fa. Il caso dell’esponente ex “Grande Sud” rimasto fuori dall’esecutivo dopo aver contribuito in maniera decisiva (al tempo i suoi voti non erano di serie B) all’approdo al ballottaggio. Sabato l’ufficializzazione del nuovo esecutivo

     

     

    MARCIANISE – Il sindaco De Angelis l’avrebbe voluta in giunta. E fino all’ultimo ha lottato affinchè ci entrasse.

    Ma con tutti i casini che ha combinato in questa estate il neurologo cagionevole di salute, questa è diventata una controindicazione e non una spinta all’ingresso nell’esecutivo della professoressa Arecchia. De Angelis, dopo il vice-sindaco fai da te e la giunta degli Ufo non è che abbia un grande potere contrattuale rispetto al suo partito e alla sua maggioranza. Risultato: il Pdl ha sbarrato il passo alla prof e, per espressa indicazione di Domenico Delle Curti, che ha battuto non poco i piedini in questi ultimi giorni, in giunta è entrata Concetta Mezzacapo, che, speriamo, non sia parente del grande Mezzacapo, vittima di Totò e Peppino nella storia sulla Malafemmena.

    La Mezzacapo sarà assessora alla Cultura ed alla Pubblica Istruzione. Per il resto, nessuna sorpresa. Potremmo anche non scrivere i nomi e le deleghe degli altri assessori, rimandandovi alla ricerca ed alla lettura del nostro articolo pubblicato il 5 ottobre scorso. Mai nutrito seri dubbi sul fatto che alla fine il sindaco avrebbe dovuto dare l’assessorato a Fratelli d’Italia. E infatti Enrico Tartaglione ha ottenuto le deleghe che avevamo anticipato, e cioè Cimitero e Ambiente. Tutto come previsto anche per Marcianise Più: Filippo Topo per i Lavori Pubblici e Giovanni Santoro per l’Urbanistica, mentre il secondo assessore Pdl, anzi terzo, perchè in teoria Enrico Accinni fa parte del Pdl, è Biagio Tartaglione, con la delega alle Attività produttive.

    Rimangono fuori dalla giunta, per il momento, Paride Amoroso e Giuseppe Rivellini, con un impegno assunto dal sindaco a consentire una loro indicazione per un settimo assessore, che dovrebbe entrare in opera a gennaio.

    Per il momento, Amoroso ha ricevuto, rimanendo consigliere, le deleghe all’Informagiovani e alla Pro Loco.

    Pensierino finale: possiamo anche immaginare i motivi per cui De Angelis non ha dato l’assessorato a Paride Amoroso. Però, la conventio ad excludendum non è un giochino che si può utilizzare in maniera selettiva, ad orologeria. Se i voti di Amoroso, secondo il sindaco e secondo gli altri della maggioranza, sono voti di serie B, questo non può essere evidenziato nella fase di attribuzione degli assessorati e delle deleghe, ma deve rappresentare, eventualmente, l’elemento informatore di scelte operate a monte.

    Il sindaco De Angelis i voti di Paride Amoroso se li è presi, e al tempo non ci sembra di aver letto di riserve e di schizzinosità. E quei voti di Amoroso, conti alla mano, sono stati decisivi, per la conquista del ballottaggio da parte di De Angelis.

    Nella vita, caro sindaco, bisogna essere seri e coerenti, e avere gli attributi per operare delle scelte anche rischiose. Al contrario lei utilizza la questione morale in maniera opportunistica, e questo significa che sarebbe giusto che la questione morale qualcuno la facesse su di lei.

     

    Gianluigi Guarino

     

    PUBBLICATO IL: 22 ottobre 2013 ALLE ORE 10:02