Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI Udc si allarga la rivolta contro Salvatore Mataluna. Mediazione su Massaro capogruppo


    A poche ore dalla prima seduta del consiglio comunale fissata per domani, lunedì, alle 17,00, nella sala mensa della scuola Settembrini, ci sono ancora fibrillazioni non trascurabili nella maggioranza De Lucia MADDALONI - Tiene banco ancora il caso Udc, scatenato dalle clamorose dichiarazioni date in esclusiva a Casertace da Maria Letizia, la quale ha chiesto […]

    Nella foto D’Ambrosio, Letizia e Mataluna

    A poche ore dalla prima seduta del consiglio comunale fissata per domani, lunedì, alle 17,00, nella sala mensa della scuola Settembrini, ci sono ancora fibrillazioni non trascurabili nella maggioranza De Lucia

    MADDALONI - Tiene banco ancora il caso Udc, scatenato dalle clamorose dichiarazioni date in esclusiva a Casertace da Maria Letizia, la quale ha chiesto senza mezzi termini le dimissioni del segretario cittadino Salvatore Mataluna, reo di aver tenuto segreto un accordo con cui aveva avallato, su indicazione della segretaria provinciale D’Ambrosio, la rinuncia alle deleghe ai servizi sociali e alla 328.

    Non solo Maria Letizia, dato che stamattina, domenica, voci insistenti parlavano di un documento di sfiducia al segretario cittadino, recante le firme anche di Gennaro Cioffi, Michele Massaro e di altri 7 dirigenti cittadini.

    Le firme di Gennaro Cioffi e di Michele Massaro sono legate, naturalmente, al malumore di entrambi. Cioffi voleva fare il presidente del Consiglio comunale e non ci è riuscito; Massaro avrebbe voluto la nomina in giunta dell’avvocatessa Corbaglio e anche questa proposta non è passata dato che per l’assessorato resta favorito Michele Cerreto. Si cerca di mediar ein queste ore dato che ne mancano solo 24 alla prima adunanza consiliare che si terrà domani, lunedì nella sala mensa della scuola Settembrini alle 17,00.

    Gira voce di un pressing dello stesso Gianpiero Zinzi su Massaro affinché accetti lacarica di capogruppo. Il sindaco De Lucia, da parte sua ha invitato la segretaria provinciale D’Ambrosio al consiglio comunale. Naturalmente la D’Ambrosio ci sarà solo se il gruppo consiliare si compatterà, altrimenti la sua presenza si trasformerebbe in una vera e propria gogna.

    A poco più di 24 ore dalla prima seduta targata Rosa De Lucia tutto fa sembrare che possa ripetersi, amplificato dai corsi e ricorsi storici degli ultimi 3 anni,  quanto già accaduto nella prima convocazione del consiglio comunale di Antonio Cerreto. Al tempo furono i consigliere Ragnino e Della Valle a dichiararsi indipendenti, abbandonando la seduta. Non è improbabilissimo, domani, che anche a causa dello scenario claudicante di questa  coalizione possa verificarsi qualcosa di simile.

    A.S.

    PUBBLICATO IL: 30 giugno 2013 ALLE ORE 15:02