Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI ALLE ELEZIONI / Pisani: “In città serve un assessore alla quotidianità”


    COMUNICATO STAMPA – Due volte alla settimana il delegato dovrà incontrare in comune le delegazioni cittadine sui problemi del centro urbano MADDALONI - «E’ mia ferma intenzione introdurre un assessore alla quotidianità a cui affidare i piccoli grandi problemi che ogni giorno vive Maddaloni». Ha le idee chiare il candidato sindaco di Impegno comune e […]

    Nella foto, il candidato a sindaco Enrico Pisani

    COMUNICATO STAMPA – Due volte alla settimana il delegato dovrà incontrare in comune le delegazioni cittadine sui problemi del centro urbano

    MADDALONI - «E’ mia ferma intenzione introdurre un assessore alla quotidianità a cui affidare i piccoli grandi problemi che ogni giorno vive Maddaloni». Ha le idee chiare il candidato sindaco di Impegno comune e Insieme per Maddaloni Enrico Pisani sulle novità da apportare alla sua giunta rispetto al passato.

    «Abbiamo vissuto anni di paralisi amministrativa in cui tutta una serie di piccole grandi emergenze si sono andate ad aggravare – ha spiegato Pisani – penso alle condizioni disastrose delle strade, al servizio di raccolta dei rifiuti che funziona a macchia di leopardo, all’illuminazione pubblica carente. Per tenere sotto controllo tutti questi problemi c’è bisogno di una delega specifica a cui è demandato il compito di interfacciarsi in maniera diretta con i cittadini per poi trasmettere alla giunta le diverse priorità». Pisani immagina anche come strutturare questo dialogo con i cittadini.

    «Due volte alla settimana – ha ripreso – l’assessore incontrerà in comune delegazioni di cittadini per registrare quelli che sono i loro problemi e quali sono le zone dove è necessario intervenire prima. Questa figura dell’assessore alla quotidianità sarà strategica per aiutarci nella fase di pianificazione degli interventi per la città per ridurre al minimo i disagi per i maddalonesi». Pisani vuole dare, con questa figura, un segnale concreto di ripresa del dialogo tra istituzione e cittadini. «Dopo anni di isolamento – ha detto – io punto ad aprire una stagione nuova. Per farlo è necessario che si individuino figure specifiche con mansioni mirate in modo da velocizzare tutti i processi».

    PUBBLICATO IL: 15 maggio 2013 ALLE ORE 10:56