Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MADDALONI ALLE ELEZIONI / Pd caos, sfiorata la rissa. D’Onofrio si sente male. Si punta ad una rosa di nomi


      Tempestosissima riunione, ieri sera, martedì del direttivo cittadino. Il segretario Esposito tiene il punto, ma le contestazioni dure non sono mancate   MADDALONI – Se sopravviveva un residuo dubbio sul fatto che il Pd di Maddaloni fosse un partito profondamente diviso, l’incertezza si è dissipata ieri sera, martedì durante la riunione del direttivo cittadino, […]

    Nelle foto, da sinistra, Arcangelo Correra, Giovanna Sabba e Gaetano Esposito

     

    Tempestosissima riunione, ieri sera, martedì del direttivo cittadino. Il segretario Esposito tiene il punto, ma le contestazioni dure non sono mancate

     

    MADDALONI – Se sopravviveva un residuo dubbio sul fatto che il Pd di Maddaloni fosse un partito profondamente diviso, l’incertezza si è dissipata ieri sera, martedì durante la riunione del direttivo cittadino, presto trasformatasi in una sorta di arena.

    Il segretario cittadino Gaetano Esposito, appoggiato da alcuni componenti della direzione, a mantenere il punto sulla sua candidatura a sindaco.

    Altri esponenti del partito, quelli della vecchia guardia, a contestare questa posizione, asserendo che quella di Esposito, posta così, è una candidatura debole.

    Grandi discussioni, come i decibel delle voci presto arrivate a livelli parossistici.

    Non è un’esagerazione affermare che si è sfiorata la rissa, con un esponente del Pd, D’Onofrio, che addirittura si è sentito male.

    A quanto risulta, in tutto questo caos si sarebbe arrivati ad un compromesso: definire una rosa di 3 o 4 nomi all’interno della quale ci sono anche quelli dello stesso Esposito e di Giovanna Sabba, da proporre ad eventuali alleati.

    Una situazione rispetto alla quale, però, Arcangelo Correra non rinuncia alla sua iniziativa di creare una lista civica, dentro alla quale inserire anche i Comunisti Italiani, legati all’ex parlamentare De Angelis.

    Ma al momento il Pd maddalonese è letteralmente spappolato. E c’è chi comincia a pensare che siano in atto delle manovre destabilizzanti che puntano ad alimentare la tensione, per favorire qualche altro candidato a sindaco.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 17 aprile 2013 ALLE ORE 11:05