Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    MONDRAGONE/ La proposta di Piazza: “Un parco giochi tra il Lungomare e via Doria”


        Il consigliere comunale entra in un argomento che ha determinato molte polemiche a causa dell’insediamento dei camioncini dei cosiddetti panzarottari   MONDRAGONE – Il dibattito che sta sviluppandosi in città in questi ultimi giorni circa la realizzazione o meno del piazzale a farsi all’angolo tra il Lungomare Camillo Federico e la Via Doria, […]

     

     

    Il consigliere comunale entra in un argomento che ha determinato molte polemiche a causa dell’insediamento dei camioncini dei cosiddetti panzarottari

     

    MONDRAGONE – Il dibattito che sta sviluppandosi in città in questi ultimi giorni circa la realizzazione o meno del piazzale a farsi all’angolo tra il Lungomare Camillo Federico e la Via Doria, appare interessante e dà stimoli per trovare una possibile soluzione alternativa alla stesura di un manto di asfalto, così come messo a bando di gara dall’Ufficio Tecnico recentemente.

    Considerato che il lungomare non è alberato nel tratto che va da Piazza Conte a Piazza del Popolo, nonostante siano passati ormai alcuni anni dalla sua ultimazione, a parere del sottoscritto si potrebbe propendere per una soluzione diversa e “verde” rispetto alla realizzazione di un semplice slargo bituminoso.

    Chi ha qualche anno in più sulle spalle, ricorderà sicuramente che una porzione della villa comunale, fino agli inizi degli anni ’90, aveva una sua specifica destinazione a parco giochi per i bambini più piccoli, con molteplici attrazioni che permettevano loro di godere di uno spazio riservato e sicuro oltreché gratuito.

    E allora si potrebbe pensare che l’ampia area posta tra il Lungomare e Via Doria possa essere destinata ad un pubblico parco giochi per bambini con ampie zone a verde, creando così anche le condizioni per un ritorno delle famiglie sul nostro amato lungomare, il quale – trascorsa l’estate – entra purtroppo in un lungo letargo.

    Si fa appello, perciò, alla Giunta Comunale affinché rifletta sulla possibilità di far revocare il bando in corso per poi redigere una variante al progetto per una migliore e più funzionale destinazione dell’area.

    PUBBLICATO IL: 9 maggio 2013 ALLE ORE 17:20