Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA FOTOGALLERY / La Petrenga fa il pieno al Crowne Plaza contro i gufi. Ce n'erano due: Paolo Romano e Pio Del Gaudio


        Più di mille persone ieri sera nell’albergo della zona ex Saint Gobain. Coraggiosa anche la scelta di evidenziare il lavoro concreto di alcune associazioni di volontariato.        Caserta – Giovanna Petrenga non ha l’indole dell’arruffapopolo e nemmeno si cura delle ragioni dell’apparenza, che invece rappresentano il core business di molti politici, […]

    Nella foto, il tavolo della convention con candidati e dirigenti del Pdl

     

     

    Più di mille persone ieri sera nell’albergo della zona ex Saint Gobain. Coraggiosa anche la scelta di evidenziare il lavoro concreto di alcune associazioni di volontariato. 

     

     

     

    CasertaGiovanna Petrenga non ha l’indole dell’arruffapopolo e nemmeno si cura delle ragioni dell’apparenza, che invece rappresentano il core business di molti politici, più piazzisti che politi, di questo territorio.

    Stamattina, lunedì, abbiamo assistito alla divertente scena dei molti i che hanno cercato di intestarsi l’indubbio successo riscosso dalla convention del Pdl, svoltasi ieri sera, nella sala congressi del Crowne Plaza.

    Mille e più persone, con la cui visione  la Petrenga ha coccolato il suo sguardo, concedendosi alla tentazione di godersi, seppur per qualche secondo, la scena e l’effetto che questa provocava sulle facce di altri leader e leaderini presenti.

    La Petrenga è una donna pacifica, ma non, è certo, una che “si fa passare addosso”. La mosca che le gira sotto il naso, lei la fa campare un pò di più rispetto a quanto fanno altre persone più sanguigne ed emotive. Ma alla fine, quella mosca scompare dalla scena ed è pronta per le esequie.

    Le è piaciuto un mondo, dunque, bisbigliare all’orecchio di Nitto Palma una frasetta tipica di chi sa che la sostanza vale più di mille parole, di mille espressioni autoreferenziali: “Le vedi, Francesco, tutte queste perone? Sono qui perchè ci credono, e in questa settimana faranno di tutto per far crescere il consenso del Pdl. Del Pdl e non di altri partiti della coalizione. E sono tutti di Caserta e della provincia di Caserta. Mica figuranti che arrivano da fuori….”.

    Chiaro il riferimento alla truppe cammellate, spostate da Romano e da Caldoro, da Caivano e da altri comuni del napoletano per affollare un’altra convention, quella svoltasi alcuni giorni fa nell‘Hotel Vanvitelli.

    La deputata uscente, prima artefice del pienone del Crowne Plaza, estrattasi il sassolino dalla scarpa, è ritornata ad essere pacata e prudente. Dunque, ringraziamenti a tutti: ringraziamenti a Polverino, che effettivamente ha contribuito alla riuscita dell’evento. Ringraziamenti anche a tutti quelli che erano presenti ma che in questi giorni hanno gufato.

    Anche l’idea di caratterizzare con coraggio un evento elettorale, che si svolge a sette giorni dall’apertura delle urne, evidenziando il tratto profondo della testimonianza di alcune associazioni, che operano al concreto servizio dei diritti dei disabili, ha rappresentato un elemento originale, interessante, dato che è fin troppo comodo affibiare una parola buona e conformista alle presunte buone ragioni di tutti,  è fin troppo comodo citare cento associazioni, che magari esistono solo sulla carta. Meno comodo è realizzare un implicito discrimine tra chi, nel mondo associativo c’è ed opera, e chi, come capita a Caserta, l’associazione la fa esistere solo sulla carta, giusto per rappresentare se stesso con l’identità farlocca di qualcuno e di  qualcosa nel momento in cui c’è da sedersi attorno ad un tavolo per spartirsi uno straccio di considerazione e qualche spicciolo, carinamente erogato dalle istituzioni, amanti della fatua blandizie,  della fatua compiacenza e non di una concreta patente operatività.

    Dunque, molto bene e molto serio è stato inserire nell’evento di ieri sera, domenica, l’AISLA (associazione italiana SLA) rappresentata dai membri dell’esecutivo Alessandra Gagliardi e Lucio Matano, accompagnati dal presidente regionale  Antonio Tessitore; Molto bello e molto utile è stato rappresentare l’esperienza dell’Ente Sordomuti, con in sala il suo presidente Lepore e Salvatore Amodio, operatore cruciale che   svolge il prezioso ruolo di interprete consentendo di abolire una delle odiose barriere occulte che, di fatto, ostascolano i processi di inclusione.

    Bello e utile è stato evidenziare in sala la testimonianza dell’associazine Alphabeto onlus rappresentata dalla presidente Anny Tronco a cui hanno fatto da corredo l’ assistente sociale Tullia di Mauro e le altre assistenti e operatrici sociali. 

    In conclusione, qualche nome tra quelli che c’erano, lo citiamo, dato che sappiamo che esistono fruitori del prodotto giornalistico, che scambiano un articolo per un  prontuario nominalistico o di evocazioni gassippare. C’era il sindaco Del Gaudio, uno a cui non ha fatto certo piacere vedere tutta quella gete e uno che non ha lesinato critiche per la selezione delle associazioni presenti.  Poi,  sgomberiamo subito il campo e diciamo che il Presidente del Consiglio Regionale, Paolo Romano, il quale alla camera non farà votare per il Pdl e la Petrenga, era pure presente e neanche ne avrebbe potuto fare a meno.

    Colta e sottolineata da chi ha parlato al microfono la presenza dell’ex sindaco di Pignataro Giorgio Magliocca, il quale, al pari di Marco Cerreto, ha deciso di rimanere nel Pdl, e non di uscirne, come hanno deciso, invece, di fare Mario Landolfi e Gennaro Coronella, nell’occasione duramente attaccati da Nitto Palma.

    C’erano i candidati Carmine Antropoli, Adele Vairo, Antonio Cerreto e anche gli altri. C’era la capolista Mara Carfagna, c’era come detto prima, il coordinatore regionale Francesco Nitto Palma e anche quello provinciale, cioè il declinante Pasquale Giuliano che ha aperto la convention.

    Il tutto moderato da Francesca Nardi, giornalista di Lunaset, che non ha mancato di dar significato alla presenza dei giovani di “Gruppo Primo Voto”, studenti liceali e universitari casertani che per la prima volta si recheranno alla urne domenica prossima.

    Gianluigi Guarino
    [nggallery id=9]

    PUBBLICATO IL: 18 febbraio 2013 ALLE ORE 15:14