Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA NOTA – AVERSA, ecco perchè la commissione per la movida non serve a nulla e perchè Sagliocco non è un sindaco veramente “tosto”


          Non aver inserito nessuno dei consiglieri comunali, che, strumentalmente o non strumentalmente, su tale questione hanno dato contenuto alla loro posizione dissidente, significa sfuggire e temere un vero confronto       AVERSA – Il sindaco Sagliocco cerca di occupare lo spazio di cui il gruppo dei dissidenti del Pdl Dello Vicario, […]

    Da sinistra: Sagliocco, Dello Vicario e Nobis

     

     

     

    Non aver inserito nessuno dei consiglieri comunali, che, strumentalmente o non strumentalmente, su tale questione hanno dato contenuto alla loro posizione dissidente, significa sfuggire e temere un vero confronto

     

     

     

    AVERSA – Il sindaco Sagliocco cerca di occupare lo spazio di cui il gruppo dei dissidenti del Pdl Dello Vicario, Della Valle e Galluccio aveva il controllo fino a qualche settimana fa, lavorando di rimessa e cavalcando l’evidente malcontento di molti operatori commerciali. Un malcontento collegato alle restrizioni della movida.

    Per fare questo, Sagliocco ha costituito una sorta di commissione consiliare che dovrà approfondire i temi in discussione. Ci ha messo dentro Nico Nobis, ritornato all’ovile piuttosto ingloriosamente dopo essersi scalmanato per l’intera estate. Ma Sagliocco, per dimostrarsi un sindaco “tosto” come lui dichiara di essere, avrebbe dovuto non sfuggire al confronto con i dissidenti del Pdl. Uno tra Dello Vicario, Della Valle e Galluccio avrebbe dovuto far parte della commissione. Dietro a quel contesto, il sindaco avrebbe potuto dimostrare la bontà delle sue posizioni, facendole prevalere, su un pano logico, prima ancora che politico, su quelle di Dello Vicario e soci. E invece non l’ha fatto.

    Per l’opposizione, figuriamoci un po’, ci ha messo Salvino Cella, che in questo momento è l’uomo più fedele di tutti al primo cittadino, l’ancora spaesato Pandolfi, e Marco Villano del Pd, che non è certo un fulmine di guerra e che non ha nella grinta e in un una forte personalità di tipo testimoniale le sue migliori qualità.

    Dunque, questa commissione non serve a nulla, perchè non vivrà su un vero confronto o scontro democratico tra visioni, contenuti e opinioni realmente diverse sul regime con cui regolare la movida aversana, mettendo insieme le ragioni dei residenti, che hanno il diritto di riposare dopo una certa ora, quelle dei giovani, che hanno il diritto di divertirsi come gli pare, senza ovviamente violare il perimetro in cui si esercita la libertà e il libero arbitrio degli altri, e quello degli esercenti, che nelle ore serali e pre-notturne costituiscono la magna pars del loro reddito aziendale.

     

    Gianluigi Guarino

     

     

    DI SEGUITO LA NOTA STAMPA CON CUI SI ANNUNCIA LA COSTITUZIONE DEL NUOVO GRUPPO DI LAVORO:

     

    Nasce il gruppo di lavoro per la problematica della movida. 7 i consiglieri comunali componenti del gruppo

     

    Nasce il gruppo di lavoro per la problematica della movida. Con una disposizione del sindaco di Aversa, Giuseppe Sagliocco, è stato costituito un un gruppo di lavoro per gli approfondimenti in tema di movida e per supportare l’attività di competenza del sindaco, composto  dai consiglieri comunali Mario Tozzi, Nico Nobis, Salvatore Cella, Raffaele Marino, Luigi Vargas, Marco Villano e Pasquale Pandolfi.

    In alcune zone della città – ha detto il primo cittadino di Aversa – la preoccupante dimensione della movida notturna ha richiesto, sin dalla data di insediamento della nuova amministrazione, l’adozione di numerosi atti amministrativi e ripetuti interventi a presidio della sicurezza del territorio mediante impiego di numerose risorse umane, soprattutto nei fine settimana. In virtù del particolare contesto determinatosi è necessario effettuare un continuo monitoraggio della problematica relativa alla cosiddetta movida e promuovere ogni utile azione mediante il coinvolgimento delle varie forze politiche che compongono il consiglio comunale, per avviare un percorso sinergico per la elaborazione di proposte operative in grado di ridurre le criticità accertate”.  Nel corso dell’ultima seduta di consiglio comunale Sagliocco, nell’affrontare tale problematica e dopo aver illustrato i più significativi interventi già posti in essere, ha anticipato la volontà di costituire un apposito gruppo di lavoro.

    L’idea della costituzione di questo gruppo di lavoro – ha spiegato il primo cittadino – è stata conclamata anche ieri nel corso del consiglio comunale. Ringrazio i consiglieri che fanno parte di questo gruppo di lavoro per l’impegno che profonderanno”.

    Un grazie particolare – conclude Sagliocco – ai consiglieri dell’opposizione per la disponibilità e la maturità dimostrata relativamente a questa grande problematica quale è il fenomeno legato alla movida notturna”.

    PUBBLICATO IL: 23 ottobre 2013 ALLE ORE 15:07