Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    La lettera / Lucrezia Cicia: “Altro che Cosentino e Polverino, ecco quelli che mi hanno votata al congresso. Io, come un’altra non mi sono cambiata d’abito”. Ce l’ha con la Vairo?


      Riceviamo e volentieri pubblichiamo la dura contestazione che la consigliera comunale del Pdl fa ad un nostro articolo pubblicato, ieri, domenica Direttore forse lei è stato ad un’altro CONVEGNO o mi ha confuso con qualche altra persona in lista…per me sarebbe stato segnale di guarizione del mio piede(da poco tempo operato) salire e scendere […]

    Nelle foto, da sinistra, Lucrezia Cicia e Adele Vairo

     

    Riceviamo e volentieri pubblichiamo la dura contestazione che la consigliera comunale del Pdl fa ad un nostro articolo pubblicato, ieri, domenica

    Direttore forse lei è stato ad un’altro CONVEGNO o mi ha confuso con qualche altra persona in lista…per me sarebbe stato segnale di guarizione del mio piede(da poco tempo operato) salire e scendere le scale come lei scrive 200volte o fare un cambio” d’abito” come è stato fatto da altre candidate, riposarsi, e prendere comodamente il caffe’ sui divani….!!!! ha sempre voglia di scherzare…!! lei dice di essere un giornalista che da possibilità di REPLICA peccato che non le pubblica mai le repliche, forse solo quelle che le convengono. il mio stato d’animo era anch’esso il contrario di quello che lei ha visto…abbattuta, affanata ed esitante! perchè sa a me come sempre nessuno mi ha regalato nulla!!!!!! perche’ i voti che sono usciti sono della mia squadra che è composta dall’assessore caterino, greco, l’amico maiello, l’amico paolo marzo, i consiglieri provinciali garofalo, magliulo, zaccariello! nessun altro caro direttore se non i voti personali di altri cosiglieri con le loro famiglie! io all’interno del pdl mi sono fatta spazzio da sola, lei mi continua ad assocciare o polverino/cosentino! io non ho ne’ madrine protetrici nè altro SANTO prottetore e la invito a scrivere sempre la verità cosa che non fa parte del suo giornale! il mio ex marito è un” signore”ed un’uomo intelligente certo che mi sostiene, certo che mi appoggia nelle scelte! Sicuramente da parte di COSENTINO/POLVERINO non ho avuto problemi, io la provincia in questi giorni l’ho girata in lungo e larga mi sono fatta conoscere ho preso contatti, ad alife, carinola, san nicola la strada , casagiove, non mi sono MAI fermata ripeto nessuno mi ha regalato nulla!!!!!!!!!!!!! direttore io ho dovuto correre e non fare la sfilata d’abito, il cambio di trucco, ho accolto tutti i miei tesserati fuori al seggio, salutandoli! Vede Polverino ha puntato come sempre a fare SQUADRA a far entrare più persone all’interno del direttivo, ha dato una mano a tutti, si è portato dietro più persone. ORABONA era sostenuto solo da aversa/giuliano ORSI/sarro loro hanno puntato solo su un candidato! POLVERINO ha distribuito Galluccio, santa barbara, procino …. lei mi fa capire che parla senza basi, mosso da un’invidia nei miei confronti! lei mi perseguita e da ai suoi lettori un ‘immagine di me totalmente differente, e non solo di me! forse deve rispondere a qualche suo santo/santa??!!!

    Lucrezia Cicia

     

    La replica - Mi sembra piuttosto ingeneroso, da parte della consigliera comunale e neo componente del coordinamento provinciale del Pdl, Lucrezia Cicia, tacciare Casertace di attività censorea, nei confronti degli scritti che ritiene sconvenienti.

    Casertace ha pubblicato le peggiori contumelie, vergate nei suoi confronti e lo ha fatto perchè crede nel confronto delle idee, anche quando queste sono espresse in maniera iper polemica e con umori arcigni. Dunque, non solo pubblichiamo volentieri lo scritto di Lucrezia Cicia, ma ne sottolininamo la valenza e l’importanza, offrendole all’attenzione e alla spirito analitico dei nostri lettori, che molto hanno incamerato in questi giorni sullo stato attuale in cui versa il Pdl casertano.

    Per quanto riguarda quella immagine della Cicia che sale e scende dalle scale, confessiamo di non averla vista, ma di aver immaginato, per il gusto del bello che ci ritroviamo, di vedere questa leggiadra farfallina svolazzare nel mega capannone del Crowne Plaza.

    Prendiamo atto del racconto che Lucrezia Cicia ci regala sulla sua attività politica e sulla identità dei suoi grandi elettori. Non ho alcuna difficoltà a ritenere il suo risultato genuinamente legato a una sua indefessa attività di proselitismo politico.

    Carina anche la battuta su qualche altra candidata, che si sarebbe cambiata abito durante la giornata del congresso. Siccome, noi siamo un pò irriverenti, poco compiacenti e molto goliardi, mi pare che l’unica candidata che girasse nel Crowne Plaza, oltre a Lucrezia Cicia, fosse la preside Adele Vairo, che mi hanno detto, girava anche con un tatuaggio, intelligente e non eccentrico segno di come una educatrice sta al passo con i tempi e stabilisce una relazione con le migliaia di studenti, che le consegnano, almeno in parte, il loro futuro ogni anno.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 8 ottobre 2012 ALLE ORE 12:14