Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA LETTERA A CASERTACE – Mario Landolfi: “Sovranità, orgoglio italiano, libertà economica. Ecco i valori della nuova Alleanza Nazionale”


          L’ex parlamentare sceglie questo giornale (e perciò lo ringraziamo) per inaugurare il dibattito in vista della ricostituzione del partito fondato e affondato da Gianfranco Fini. Sceglie noi, perchè sa che non ci sottrarremo all’esercizio della riflessione politica e del dibattito alto.  Caro direttore, accetto volentieri l’invito a rappresentare succintamente ai lettori di […]

     

     

    Nelle foto, da sinistra, Mario Landolfi e Gianfranco Fini nei giorni di Fiuggi

     

    L’ex parlamentare sceglie questo giornale (e perciò lo ringraziamo) per inaugurare il dibattito in vista della ricostituzione del partito fondato e affondato da Gianfranco Fini. Sceglie noi, perchè sa che non ci sottrarremo all’esercizio della riflessione politica e del dibattito alto. 

    Caro direttore,

    accetto volentieri l’invito a rappresentare succintamente ai lettori di CasertaCe quel che in questo momento bolle nella pentola della destra italiana anche alla luce della rifondazione di Forza Italia e della conseguente scissione organizzata dai seguaci dell’on. Alfano con la nascita del Nuovo Centrodestra.

    Come hai già riferito, il prossimo 14 dicembre si riunirà l’Assemblea degli iscritti alla Fondazione di Alleanza Nazionale che, tra le altre cose, potrebbe decidere il ritorno in campo di An, con il suo simbolo ed i valori solennemente approvati dallo storico Congresso di Fiuggi.

    Ci accingiamo a tanto per rispondere ad una profonda e diffusa esigenza della società italiana, meridionale in particolare, che può essere riassunta in tre parole d’ordine: sovranità, verità, libertà. Sovranità da rivendicare nei confronti di un’Europa matrigna che pretende di far morire le nostre imprese, la nostra economia e le nostre eccellenze in nome di un astratto e malinteso rigore. Ma anche sovranità popolare, da recuperare restituendo ai cittadini la possibilità di scegliere i propri eletti e di non veder modificato il loro consenso da ribaltoni e giochi di prestigio. Verità da riscoprire, per restituire orgoglio alla comunità nazionale e per spazzare via le mille menzogne che, grazie anche all’apporto di interessati basisti, hanno finito per accreditare presso l’opinione pubblica interna ed internazionale l’immagine di un’Italia patria dell’immoralità e dell’inefficienza.

    Infine la libertà, intesa come possibilità per gli individui di intraprendere, di studiare, di osare per migliorare se stessi e la propria condizione sociale, economica, professionale.

    Nessuna forza politica alternativa ad una sinistra tuttora illiberale e minoritaria ha oggi le carte in regola per centrare questi tre obiettivi. Il partito di Alfano è appiattito nella difesa di un governo subalterno ai diktat di un’Europa sempre più “tedesca”, mentre Forza Italia è distratta dalle vicende del suo leader. Di tutt’altro ha invece bisogno l’Italia. Occorre infatti lavorare ad un nuovo patto politico in grado di liberare il nostro schieramento da ipoteche esterne ed interne. Un’Alleanza Nazionale rinnovata nei volti e nei contenuti ben potrebbe rappresentare il fulcro di un processo costituente dal quale far scaturire una nuova speranza per la maggioranza degli italiani. Noi non sogniamo ritorni impossibili né, come altri, pretendiamo di fermare o azzerare la storia. I tempi nuovi impongono temi nuovi e quelli odierni sono a dir poco drammatici. Siamo e restiamo convinti che per tornare credibile e vincente il centrodestra debba riconoscere gli errori compiuti in “parole, opere ed omissioni” soprattutto nell’ultimo quinquennio. Noi siamo ovviamente pronti a fare in tal senso la nostra parte avvertendo sin da ora che non ci iscriveremo alla gara a chi più forte grida “forza Silvio” né a quella a chi è più svelto a voltargli le spalle. Noi intendiamo guardare avanti e rivolgerci a chi vuole far uscire la politica dal pollaio mediatico per recuperare la passione di un impegno vero sul territorio, tra la gente e per la gente avendo come unica bussola l’interesse della nazione e non quella della fazione. Continuare a riconoscerci in una missione alta della politica è l’unica fedeltà di cui vogliamo andare fieri.

    Mario Landolfi

    PUBBLICATO IL: 2 dicembre 2013 ALLE ORE 10:47