Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    LA DOMENICA DI CCE – MARCIANISE Per uscire dalla palude in cui si è cacciato, Amoroso propone al sindaco De Angelis di varare subito una cabina di regia


      L’ex esponente di Grande Sud l’ha proposto ieri, sabato, al primo cittadino. Sarebbe il primo passaggio verso una graduale ricostruzione della giunta comunale in cui, tra gli extra, dovrebbe rimanere il solo Enrico Accinni MARCIANISE – Il sindaco De Angelis ha fatto fino ad ora catenaccio di fronte al documento dei consiglieri comunali della […]

    Nella foto Amoroso e De Angelis

     

    L’ex esponente di Grande Sud l’ha proposto ieri, sabato, al primo cittadino. Sarebbe il primo passaggio verso una graduale ricostruzione della giunta comunale in cui, tra gli extra, dovrebbe rimanere il solo Enrico Accinni

    MARCIANISE – Il sindaco De Angelis ha fatto fino ad ora catenaccio di fronte al documento dei consiglieri comunali della sua maggioranza che gli chiedono l’azzeramento della giunta entro e non oltre la ripresa di settembre. Riflette il sindaco De Angelis. Riflette su quanto possa contare il rapporto diretto che lui ritene di avere con i cittadini di Marcianise che lo hanno votato massicciamente al ballottaggio. Riflette su quanto possa essere seria la minaccia di passare all’opposizione fattagli dal Pdl, da Fratelli d’Italia e da Marcianise Più. Forse ha capito che aver compattato Antimo Ferraro, Salzillo, l’ex sindaco Tartaglione e finanche Gerardo Trombetta, non è stata una grande operazione politica.

    Insomma, il primo cittadino, si è incartato e ora deve trovare la strada per uscire dignitosamente da questa vicenda.

    Chi, in questo momento, gli sta dando manforte, dispensando consigli e piani di lavoro, è Paride Amoroso, consigliere comunale di maggioranza, diventato indipendente dopo l’addio a Grande Sud.

    Ieri, sabato, Amoroso ha incontrato in comune De Angelis, proponendogli di lanciare immediatamente una cabina di regia di cui facciano parte i rappresentanti di ognuno dei gruppi consiliari della sua maggioranza. Ora, è difficile pensare che i gruppi consiliari, ancora furiosi per il blitz operato da De Angelis sulla giunta, si accontentino di questo, ma se la cabina di regia rappresenta un primo passaggio di riavvicinamento sostanziale che poi porti più agevolmente alla ricomposizione della giunta, magari con un processo graduale che si esaurisca a fine anno con la sostituzione di tutti gli assessori, eccettuato il vice sindaco Accinni, anche questo potrebbe essere uno strumento utile.

    In effetti, il disegno di Paride Amoroso ha tale obbiettivo.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 4 agosto 2013 ALLE ORE 16:31