Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    La corsa di Gianpiero: con 70 mila voti a Caserta, più 2% a Campania 2


      Inutile negarlo: quel numero 3 ha complicato leggermente la corsa del candidato locale Udc, ma la sua campagna elettorale serratissima, si propone di porre le condizioni perchè nell’intera circoscrizione l’Udc prenda più voti di Scelta Civica per Monti, anche se confermare  i numeri di Avellino sarà tutt’altro che agevole.   Caserta – L’obiettivo minimo […]

     

    Nella foto Gianpiero Zinzi e Pierferdinando Casini

    Inutile negarlo: quel numero 3 ha complicato leggermente la corsa del candidato locale Udc, ma la sua campagna elettorale serratissima, si propone di porre le condizioni perchè nell’intera circoscrizione l’Udc prenda più voti di Scelta Civica per Monti, anche se confermare  i numeri di Avellino sarà tutt’altro che agevole.

     

    Caserta – L’obiettivo minimo che l’Udc di Caserta si pone è quello dei 50 mila voti. Alle scorse elezioni politiche, quelle del 2008, con poco più di 530 mila voti validi, l’Udc raccolse, a Caserta e provincia, 35 mila 884 voti. Prenderne 50 mila, magari con qualche punto percentuale in meno di votanti, in considerazione di un astensionismo che forse sarà maggiore rispetto a 5 anni fa, significherebbe superare a Caserta il 10% dei voti, mentre per raddoppiare la percentuale del 2008, occorerebbe che l’Udc raccolga a Caserta più di 70 mila voti, sempre nel perimetro di questa provincia.

    15 mila voti in più rispetto alle scorse elezioni, cioè l’approdo a 50 mila voti, rappresenterebbero, su scala circoscrizionale, un incremento dell’1% rispetto alla percentuale, raccolto nelle somma dei voti delle province di Caserta, Salerno, Benevento e Avellino,  che fu del 7%.

    In poche parole, raddoppiando i voti a Caserta, cioè arrivando a quel numero fantasmagorico di 70 mila voti, che qualcuno nel gruppo di Zinzi, nei suoi auspici più ottimistici, bisbiglia a voce bassa, significherebbe consegnare all’Udc una percentuale di 2 punti superiore a quella del 2008, avvicinandola a quel 10% che, secondo gli spin doctors della campagna elettorale di Gianpiero Zinzi, rappresenterebbero una sufficiente garanzia perchè l’Udc conquisti, nella circoscrizione di Campania 2, più voti della lista Scelta civica per Monti, condizione, quest’ultima, necessaria, come ampiamente dimostrato dai nostri modelli matematici, pubblicati in più occasioni nelle settimane e nei giorni scorsi, per conquistare quel secondo seggio che proietterebbe Zinzi junior a Montecittorio.

    Naturalmente, un eventuale exploit casertano, in grado di far crescere di uno o due punti (di più, un serio osservatore, non può razionalmente prevedere), dovrà essere accompagnato da una tenuta del voto del partito di Casini nelle altre tre province.

    E quando si parla di tenuta, si parla di voti importanti: il 7,03%raccolto nel 2008 a Benevento, il 14 e rotti % ad Avellino ed il 5,qualcosa % a Salerno. E se per Benevento e Salerno, l’approdo a questi numeri non è impossibile, anche in presenza della Lista Monti, che nel resto di Italia drena voti proprio all’Udc, diverso è il discorso di Avellino, dove si parte da una base altissima.

    5 anni fa, infatti, fu Ciriaco De Mita in persona a candidarsi al Senato trascinando il partito a un incredibile 14%, in pratica alla percentuale più alta, raccolta da Casini, a livello nazionale.

    Stavolta non si candida De Mita senior, ma il nipote Giuseppe, che non è certo un fulmine di guerra.

    E i 5 anni trascorsi hanno reso il vate Di Nusco, un pò più anziano. Certo, anche in questa circostanza, è in campo a fianco del nipote, ma l’energia non è più quella del precedente lustro.

    Insomma, la vigorosa, vertiginosa campagna elettorale che Zinzi figlio, ma anche Zinzi padre, stanno conducendo, avrà un esito fausto per loro solo se terranno i voti dell’Udc nelle altre province, e questo, tutto sommato, non è un dato che Zinzi può controllare, determinare in proprio.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 11 febbraio 2013 ALLE ORE 12:19