Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    IL CASO POLITICO DI MONDRAGONE – Immigrazione, Berlusconi accusato di genocidio dal vicesindaco del Pd della giunta Pdl-Schiappa. La rivolta di Piazza


      Al di là di Piazza, ci si chiede se la fascia tricolore berlusconiana saprà rispondere alla sua delegata. Quale sarà la replica dei parlamentari del Pdl che hanno avallato il ribaltone con Cennami?  IN CALCE ALL’ARTICOLO LA NOTA STAMPA DI PIAZZA   MONDRAGONE - E’ un caso politico serio, quello mondragonese. Come abbiamo scritto già […]

    Nelle foto, da sinistra, Anna Barbato, Giovanni Schiappa e Giuseppe Piazza

     

    Al di là di Piazza, ci si chiede se la fascia tricolore berlusconiana saprà rispondere alla sua delegata. Quale sarà la replica dei parlamentari del Pdl che hanno avallato il ribaltone con Cennami?  IN CALCE ALL’ARTICOLO LA NOTA STAMPA DI PIAZZA

     

    MONDRAGONE - E’ un caso politico serio, quello mondragonese. Come abbiamo scritto già in un altro articolo (CLICCA QUI PER LEGGERLO), il vicesindaco del Pd, appartenente alla frangia politica di Achille Cennami, ma nominata in una giunta sostenuta dai consiglieri del Pdl e rappresentata dal sindaco berlusconiano, Schiappa ha “sparato” a zero sulle politiche sull’immigrazione adottate dal Governo Berlusconi, non tenendo conto che la stessa è alleata di una coalizione politica di ispirazione di centro destra.

    Da quasi un’ora il nostro articolo è presente sul web e nel centro destra mondragonese il silenzio è stato rotto solo dal consigliere Giuseppe Piazza che ha deciso di riprendere l’esponente della giunta del ribaltone… Il sindaco Schiappa ovviamente non favella… Il silenzio di Schiappa, a questo punto, potrebbe rappresentare una sorta di tacito consenso per le esternazioni del vicesindaco, nonchè una sudditanza politica in barba alle proprie radici politiche.

    Al di là di Piazza, vorremmo sapere ora cosa risponderanno, Paolo Romano, Giuliano, Polverino e Nitto Palma che hanno avallato il governo delle “larghe intese” col Pd.

    Max Ive

     

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLA NOTA DI GIUSEPPE PIAZZA

     

    Sorprende non poco la dichiarazione resa dal vice sindaco Anna Barbato in riferimento alla visita pastorale effettuata dal Santo Padre Francesco a Lampedusa ieri, quando ella si riferisce al Presidente  Silvio Berlusconi ritenendolo addirittura colpevole di genocidio per la morte dei circa ventimila immigrati verificatisi negli ultimi venti anni nell’attraversare lo specchio d’acqua che separa l’ultimo lembo italiano dalle coste africane.

    Forse il vice sindaco dimentica che nell’ultimo ventennio la sinistra ha governato eccome l’Italia con i vari Prodi, D’Alema e Amato. E forse dimentica che Prodi andò in processione da Gheddafi quando era Presidente del Consiglio e che lo stesso Prodi era il capo del governo quando fu affondata dalla nostra marina un’imbarcazione di albanesi nell’Adriatico.

    Forse dimentica ancora che oggi il partito di cui ella fa parte esprime il Capo del Governo e che governa la Nazione insieme ad una compagine politica, il Popolo della Libertà, il cui massimo rappresentante è l’On. Silvio Berlusconi e grazie al quale, insieme al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, è stato possibile dare un governo all’Italia. Infine dimentica che è stata protagonista di un clamoroso ribaltone in città con il suo partito e che amministra insieme a degli spezzoni del PdL la cui stella polare rimane Silvio Berlusconi. Dall’altra parte sorprende (?) che il sindaco Schiappa non si sia ancora reso conto con chi ha realizzato il ribaltone amministrativo: esponenti politici che non perdono occasione per rimarcare la loro presunta (?) diversità e distinzione dal Popolo della Libertà, ma che poi, tuttavia, non rinunciano alle poltrone.

    Sarebbe interessante conoscere il pensiero del primo cittadino in merito alle deliranti dichiarazioni del vice sindaco nei confronti del Presidente Berlusconi.

    PUBBLICATO IL: 9 luglio 2013 ALLE ORE 18:48