Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    I GIOCHI NEL PD Mica solo Enzo Cappello vuole i voti di Caputo. Dionigi Magliulo li aspetta da una vita, ma…


    … tutto il giochino che regge l’accordo che oggi consente al sindaco di Piedimonte di ricoprire seppure in maniera dubbiamente legittima, la carica di segretario provinciale, è legato alla candidatura del teverolese alle elezioni europee. Pero, non è affatto scontata e vi spieghiamo il perché CASERTA - Non solo Enzo Cappello spera nei voti di […]

    Nella foto Cappello, Caputo e Magliulo

    … tutto il giochino che regge l’accordo che oggi consente al sindaco di Piedimonte di ricoprire seppure in maniera dubbiamente legittima, la carica di segretario provinciale, è legato alla candidatura del teverolese alle elezioni europee. Pero, non è affatto scontata e vi spieghiamo il perché

    CASERTA - Non solo Enzo Cappello spera nei voti di Nicola Caputo per le prossime regionali. C’è un altro politico della provincia di Caserta che da anni segue Caputo come un’ombra il quale sogna di andare alla Regione. Si tratta del sindaco di Villa di Briano Dionigi Magliulo al quale Caputo ha promesso da tempo la candidatura per il Centro direzionale.

    Tutte queste promesse passano per una evenienza tutt’altro che scontata. Passano per la candidatura di Nicola Caputo alle prossime europee che, nelle intenzioni del politico di Teverola, dovrebbero rappresentare un passaggio non tanto finalizzato ad ottenere un’elezione per la quale occorrono cento mila preferenze, ma un passaggio essenziale per una sua riabilitazione politica, per uno sdoganamento che gli consentirebbe dopo l’esclusione dalla lista per la nota vicenda dell’avviso di garanzia, di ripresentarsi alle politiche che, ad occhio e croce, entro il 2014, un mese più, un mese meno, si faranno.

    Ma il problema è sempre lo stesso: mettiamo che Renzi vinca il congresso e che, per dirla alla Ennio Flaiano anche Caputo che già sis ta muovendo in quel senso “corra in soccorso del vincitore”. Non è che Renzi non si informerà su Caputo e né gli basterà che Caputo lo vada ad appoggiare in un eventuale voto popolare per le elezione alla segreteria nazionale, anzi, Renzi, accusato dai suoi detrattori di essere un clone di Berlusconi, ci terrà moltissimo a stabilire regole rigide per le candidature. Per non tirarla troppo per le lunghe, se Caputo entro la prossima primavera incasserà un proscioglimento sulle ipotesi di reato formulate a suo carico allora potrà aspirare e il giochino della transazione dei suoi voti alle regionali, dove Dionigi Magliulo ed Enzo Cappello rimarrebbero rivali, potrebbe avverarsi.

    Questo è il primo articolo di oggi sul Pd. Un altro sarà pubblicato nelle prossime ore e riguarderà soprattutto un ex fidanzato di Pina Picierno

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 7 settembre 2013 ALLE ORE 12:44