Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GRAZZANISE Via Diaz, via Alberolungo e parco giochi al buio. Pezzera: “Bisogna ripristinare l’illuminazione. Ne va della sicurezza di passanti e residenti”


    L’intervento dell’ex consigliere di minoranza: “Chi ha cattive intenzioni  trova il proprio habitat naturale nell’oscurità  E’ giusto che la triade commissariale  prenda atto dell’emergenza” GRAZZANISE – Da qualche giorno via G.Parente, via Armando Diaz  e contorni sono al buio. I lampioni dell’illuminazione pubblica, infatti, posizionati tra piazza Raimondo, via Alberolungo e via C.Battisti non funzionano regolarmente condannando […]

    Nella foto Pezzera e il municipio di Grazzanise

    L’intervento dell’ex consigliere di minoranza: “Chi ha cattive intenzioni  trova il proprio habitat naturale nell’oscurità  E’ giusto che la triade commissariale  prenda atto dell’emergenza”

    GRAZZANISE – Da qualche giorno via G.Parente, via Armando Diaz  e contorni sono al buio. I lampioni dell’illuminazione pubblica, infatti, posizionati tra piazza Raimondo, via Alberolungo e via C.Battisti non funzionano regolarmente condannando passanti e residenti al buio.

    “ Si tratta di disagi- ha commentato l’ex consigliere di minoranza Pezzera – che per un giorno, diciamo pure due, sono fisiologici, accettabili. Nella fattispecie di via Diaz però l’illuminazione non funziona da un bel po’ di tempo. Se tale difficoltà non investe l’esigenze degli automobilisti, che, comunque, hanno buona visuale grazie ai fari, risulta, invece, pericolosa per ciclisti e pedoni. Oltre via Diaz senza luce  c’è pure parte di via Alberolungo al buio. In questa zona, inoltre, non dimentichiamo la presenza del parco giochi, senza corrente e chiuso… E’ necessario ripristinare l’impianto dell’illuminazione pubblica  al più presto. Bisogna farlo  anche per una questione di sicurezza. Chi ha cattive intenzioni – ha concluso Raffaele Pezzera, – trova il proprio habitat naturale nell’oscurità. E’ giusto che la triade commissariale  prenda atto dell’emergenza. “

    G.T.

    PUBBLICATO IL: 22 ottobre 2013 ALLE ORE 10:43