Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GRAZZANISE, TELENOVELA PD: si va verso lo scontro a due. Da un lato la Cerchiello, dall’altro… ?


      Pasquale D’Abrosca, dopo l’implosione dell’accordo (ormai anche le pietre conoscono l’oggetto di quel patto, quindi non ne scriveremo  più), non pare intenzionato a candidarsi alla segreteria locale, dunque, se si farà una seconda lista, l’area opposta ad Abbate, Raimondo & C. dovra cercare un nuovo capofila GRAZZANISE – Oltre a qualche, ormai solita, stoccata […]

    Nella foto Raimondo, Cerchiello e Abbate

     

    Pasquale D’Abrosca, dopo l’implosione dell’accordo (ormai anche le pietre conoscono l’oggetto di quel patto, quindi non ne scriveremo  più), non pare intenzionato a candidarsi alla segreteria locale, dunque, se si farà una seconda lista, l’area opposta ad Abbate, Raimondo & C. dovra cercare un nuovo capofila

    GRAZZANISE – Oltre a qualche, ormai solita, stoccata alla stampa, che propria zitta non sa stare, oltre ai fisiologici battibecchi, naturali per ogni sezioni munita di almeno un briciolo di dinamismo dialettico, oltre alla costatazione, se non altro momentanea (salvo improvvisi e improbabili remoti colpi di scena), di dover forzatamente  formare due liste da presentare al congresso cittadino (si svolgerà il prossimo 26 gennaio), di pregnante e di nuovo,  ieri sera, al circolo Pd N. Jotti, non è successo proprio nulla.

    La Cerchiello dovrebbe continuare la sua corsa a segretario. Dall’altro lato, con il giovane Pasquale D’Abrosca (assente alla riunione) non più propenso a capeggiare, dopo l’implosione dell’accordo, il gruppo opposto a quello di Abbate, Raimondo & C., è stato dichiarato, con nettezza, che ci sarà ugualmente una seconda lista, anche se bisogna vedere ( e vedere in fretta), però, chi piazzare come capofila, perché, per ora, di candidati disponibili non ce ne sono.

    L’altra tappa di questa via crucis politica si disputerà martedì 21. Se ci sarà lo scontro a due la parola passerà alle tessere.

    Ripetiamo che l’esito dell’assemblea indirettamente inciderà anche sulle formazioni che si contenderanno, alle prossime comunali, l’amministrazione del territorio. Per il momento ci limitiamo a mettere in correlazione il Pd grazzanisano con Giuseppe Raimondo (Psi), esponente della civica Nuovi Orizzonti.

    Che l’ex consigliere provinciale abbia avuto, precedentemente, buoni rapporti con i democrat è risaputo e, per logiche di partito, accettabile. Si è trattato di una relazione che con ottica extra comunale sarebbe potuta apparire snaturata, dato che con visione provinciale, regionale e nazionale il Psi è nettamente inferiore per seguito rispetto al Pd, ma a Grazzanise non è mai stato così. Raimondo ha rappresentato sempre un riferimento sostanziale, se non principale, che ha, di rimbalzo, contribuito alla vita del Partito Democratico. E quando questo meccanismo si è allentato i risultati…

    Se vincerà l’area che spinge Cerchiello alla segreteria occorrerà poi anche capire quali saranno le sue intenzioni nei confronti del Psi (Peppe Raimondo).

    In politica, a volte, si rischia di percepire ciò che dovrebbe costituire una risorsa come sostanza corrosiva.

    Il Pd, ora,  vive, probabilmente, uno dei suoi momenti storici più delicati. Fatta chiarezza al proprio  interno è doveroso, successivamente, che inizi a chiarirsi con tutto quello che c’è fuori la sezione di via C.Battisti, un mondo che continua a vivere, un scenario che continua ad esistere e a mutare  non aspettando e  se vogliamo anche fregandosene di tutte le riunioni del martedì.

    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 15 gennaio 2014 ALLE ORE 17:07