Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GRAZZANISE La forza delle donne. Giuseppe Raimondo pronto al passo indietro, ma solo se…


      L’ex consigliere provinciale è disposto a non candidarsi alla prossima tornata se riuscirà a lanciare in lista la moglie, Alba Villano, in tandem con uno dei fratelli-imprenditori Parente GRAZZANISE – Le prossime elezioni politiche saranno decise e vinte dalle donne. E’ vero, lo abbiamo già scritto, ma  lo ripetiamo ancora. Lo diremo, rischiando di […]

    Nella foto Raimondo, la moglie Alba Villano e Conte

     

    L’ex consigliere provinciale è disposto a non candidarsi alla prossima tornata se riuscirà a lanciare in lista la moglie, Alba Villano, in tandem con uno dei fratelli-imprenditori Parente

    GRAZZANISE – Le prossime elezioni politiche saranno decise e vinte dalle donne. E’ vero, lo abbiamo già scritto, ma  lo ripetiamo ancora. Lo diremo, rischiando di annoiarvi, fino allo sfinimento.

    Negli ultimi 60 anni il destino di Grazzanise è stato determinato dai maschi, o meglio da una tipologia maschile che ha estremizzato il machismo, non quello fisico, ma monocorde machismo intellettuale.

    Al prossimo giro, invece, il ruolo di protagonista politico sarà affidato al gentil sesso. Chi avrà femmine di sostanza vincerà le elezioni.

    Questo ragionamento l’ha compreso perfettamente l’ex consigliere di minoranza comunale Giuseppe Raimondo.

    L’esponente del Psi, infatti, sta lavorando ad un progetto che qualora si concretizzasse andrebbe a sconvolgere lo scenario amministrativo: Raimondo è pronto a fare un passo indietro, all’interno di Nuovi Orizzonti, alla prossima tornata, per lasciar spazio in lista alla moglie, Alba Villano, che andrebbe a candidarsi in tandem con uno dei fratelli-imprenditori, Agostino o Mattia Parente.

    Una manovra del genere ricompatterebbe le forze socialiste del territorio (dato che Peppe Raimondo è esponente trentennale del Psi e i fratelli Parente gravitano da anni nell’area del Npsi) e soprattutto rinsalderebbe i rapporti tra le due  famiglie dopo le frizioni sorte nel 2010 con la candidatura di Raimondo a consigliere comunale e con il progetto provinciale di Agostino Parente.

    I legami tra questi due gruppi in realtà  sono storici, intrecciati da parentele (Alba Villano è cugina alla moglie di Agostino Parente) e caratterizzati anche da pregressi rapporti imprenditoriali.

    L’operazione potrebbe svolgersi anche al contrario, ma è meno probabile: cioè si ricandida Peppe Raimondo in coppia con una delle mogli dei fratelli Parente.

    Agostino e Mattia stanno valutando il progetto.

    Qualche mese fa abbiamo scritto dell’avvicinamento proprio di Agostino al comitato Senso Civico, ma la proposta di Raimondo, inevitabilmente, va a mettere in discussione tutti i progetti fin’ora intavolati.

    Valutando i voti riscossi alle provinciali da Parente, 1037 (voti che logicamente nel contesto amministrativo vanno ridimensionati), e quelli di Raimondo presi alle comunali, 272 (che fisiologicamente dovrebbero subire una flessione), considerando, inoltre, la nuova legge elettorale, norma che prevede la doppia preferenza uomo-donna e l’obbligo di 3 femmine in lista, il potenziale della manovra è sostanzioso.

    In conclusione, a chi farà davvero comodo la reunion Raimondo-Parente? Se Nuovi Orizzonti tiene botta di certo a Federico Conte. Anzi, riflettendoci bene una mossa del genere andrebbe a tutelare e a rafforzare proprio la posizione di candidato a sindaco del giovane ingegnere.

    Giuseppe Tallino

     

    PUBBLICATO IL: 14 agosto 2013 ALLE ORE 22:27