Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GRAZZANISE ALLE ELEZIONI (FORSE) / Per il Pdl Parente è il salvatore del paese


    Il Coordinatore del PDL grazzanisano è tornato a colpire. Insieme agli auguri di Natale ha affisso un nuovo manifesto/staffilata che sgrava l’ultima gestione Parente dagli attuali problemi finanziari del comune. Il responsabile pidiellino vuole smentire la diceria: “ Non ci sono soldi per colpa dell’Amministrazione precedente che ha creato debito”. Apostrofa questa voce come “falsa […]

    Il manifesto affisso, da stamattina, per il paese

    Il Coordinatore del PDL grazzanisano è tornato a colpire. Insieme agli auguri di Natale ha affisso un nuovo manifesto/staffilata che sgrava l’ultima gestione Parente dagli attuali problemi finanziari del comune.

    Il responsabile pidiellino vuole smentire la diceria: “ Non ci sono soldi per colpa dell’Amministrazione precedente che ha creato debito”. Apostrofa questa voce come “falsa e menzognera” perché “molti debiti vengono dagli anni  90’” e difende l’operato Parente sostenendo che “ha notevolmente ridotto il debito più importante legato al  Consorzio Rifiuti.” Invece, dice, sono “loro che hanno approvato e preparato il bilancio di previsione 2012 ed hanno stabilito tutti gli aumenti delle tasse e dei tributi”.

    Con questa requisitoria, oltre a tutelare la gestione Parente, il Coordinatore si chiede come mai ci siano soldi per “pagare due Responsabili dell’Area Tecnica”, “numerosi avvocati non di Grazzanise” e “traslochi interni presso la Casa Comunale”, e non ci siano invece per “neanche una lucina di Natale” o “ per pagare il gasolio alla scuola di Brezza”.

    Quindi una parte del PDL, di sicuro quella del misterioso Coordinatore, a Grazzanise, difende la precedente amministrazione, e, un’altra parte, di cui fanno parte F. Conte, ex capogruppo di minoranza, e M. Vaio, che è stato Sindaco negli anni ’90, che  dovrebbe essere in totale disaccordo con le considerazioni del responsabile.

    Certo, in merito al contenuto del messaggio pidiellino natalizio, viene da pensare: è davvero possibile che l’attuale situazione finanziaria sia da imputare a giunte del secolo precedente? E in questo decennio parentiano, le amministrazioni svoltiste che si sono susseguite, come mai non sono riuscite a colmare i vuoti?

    Inoltre le critiche mosse nel manifesto devono tener conto che c’è in atto una gestione commissariale, dovuta ad una crisi politica, più una commissione d’accesso, quindi, spese per traslochi e incarichi, molto probabilmente, potrebbero essere funzionali al loro operato inquisitorio e di gestione momentanea.

    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 22 dicembre 2012 ALLE ORE 16:17