Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    GRAZZANISE ALLE ELEZIONI (forse)/ Enrico Petrella: "Mi candidato sindaco e non mi alleo con nessuno"


        Il comitato Senso civico rompe gli indugi. Presenteranno una loro lista, senza allearsi con altre forze locali. Gli assessori saranno designati prima, in base alle competenze, e non dovranno essere scelti forzatamente tra i consiglieri.   GRAZZANISE – Tra le tante incertezze che aleggiano sulla politica grazzanisana, a partire da quella del voto, perché,  […]

    Nella foto Conte, Petrella e Parente

     

     

    Il comitato Senso civico rompe gli indugi. Presenteranno una loro lista, senza allearsi con altre forze locali. Gli assessori saranno designati prima, in base alle competenze, e non dovranno essere scelti forzatamente tra i consiglieri.

     

    GRAZZANISE – Tra le tante incertezze che aleggiano sulla politica grazzanisana, a partire da quella del voto, perché,  ripetendo fino allo stremo il nostro mantra, ricordiamo che le elezioni amministrative sono ancora sub iudice, inizia a comparire, dopo tanto vociare, qualche elemento di stabilità: lo scenario politico comincia a delinearsi con maggiore precisione.

    Avevamo detto, in un precedente articolo, che le liste pronte a scendere in campo potrebbero essere addirittura sette. E’ un numero che spaventa se confrontato con quello dei votanti (si potrebbe vincere con circa 600 voti), anche se, precisiamo, molte di queste formazioni potrebbero scomparire o accorparsi tra loro.

    Enrico Petrella, del gruppo Senso Civico, rientra tra le certezze sorte in questo periodo di subbuglio: scenderà in campo, come candidato sindaco, con il suo movimento qualora si decidesse  di votare a maggio. ” Così ha scelto il movimento – dice Petrella – Per allearsi con altri, invece, bisogna fare insieme un percorso che al momento non è stato compiuto. Logicamente se le elezioni saranno rimandate fra 2 anni non escludiamo la possibilità di collaborare con altri .”

    Petrella, che viene dall’esperienza del comitato SOS, sorto negli ultimi anni 90′, nel periodo della triade commissariale, e smembrato con il ritorno al voto nel 2000, tiene a sottolineare che il suo gruppo non necessita di un capo: ” La figura di un leader  - precisa Enrico Petrella – serve solo a coordinare e raccordare le diverse attività. Gli assessori aggiunge il candidato di Senso Civico - saranno scelti prima in base alle loro competenze e non dovranno essere forzatamente consiglieri eletti. Riguardo la formazione della lista, sarà costituita da persone ben inserite nel tessuto sociale. Non ci consideriamo migliori degli altri politici locali, vogliamo solo innovare il sistema.”

    Quindi, dopo l’annuncio di Paolo Parente, ormai smarcatosi, salvo ripensamenti, definitivamente da Nuovi Orizzonti, di voler formare una sua lista, anche Enrico Petrella rompe gli indugi e dice di voler correre da solo, col suo gruppo, alle amministrative.

    A questi due candidati aggiungiamo la volontà, di preparare proprie liste, già manifestata, tempo fa, da Federico Conte, Mimì D’Elena e Vito Gravante. Se Pietro Parente, ex sindaco, deciderà di ricandidarsi avremo ben 6 liste… più la misteriosa Lista Volturno.

    Giuseppe Tallino

    PUBBLICATO IL: 28 febbraio 2013 ALLE ORE 17:05