Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVISSIMA/ Colpo di stato nel Pdl. Polverino soffia il posto di coordinatore a Pasquale Giuliano. Primo editto: attacco a Sagliocco


      Naturalmente si è tratta di un lapsus di chi ha scritto il comunicato, ma sicuramente si è trattato di un laspus freudiano. Al di là di questo la vicenda di Aversa è interessante perché se Polverino dice di parlare a nome del partito, impegna nella sua posizione anche Giuliano che del Pdl è leader […]

     

    Nella foto Polverino, Giuliano e Galluccio

    Naturalmente si è tratta di un lapsus di chi ha scritto il comunicato, ma sicuramente si è trattato di un laspus freudiano. Al di là di questo la vicenda di Aversa è interessante perché se Polverino dice di parlare a nome del partito, impegna nella sua posizione anche Giuliano che del Pdl è leader anche nella città normanna.

     

    AVERSA – Sarebbe interessante conoscere anche il punto di vista dell’ex senatore Pasquale Giuliano attualmente coordinatore provinciale e, dunque, superiore in grado rispetto ad Angelo Polverino che, nel Pdl ricopre, o almeno pensavamo fino a stamattina che ricoprisse la funzione di vice coordinatore provinciale.

    Sarebbe interessante perché dentro a quella dichiarazione coinciderebbero una serie di elementi tutti importanti. Pasquale Giuliano, infatti, è il leader del partito di Aversa e, sempre fino a stamattina, ritenevamo che fosse anche di  quello del partito provinciale. L’attacco fatto dal sindaco Sagliocco a Michele Galuccio, Gino Della Valle e, indirettamente, anche a Dello Vicario è arrivato al termine di una lunga fase di contestazioni e di punture di spillo che hanno configurato il gruppo dei tre ex An più come una componente dell’opposizione che come una componente della maggioranza.

    Ma i tre continuano a stare nel gruppo del Pdl. E se oggi il vice coordinatore provinciale dello stesso Pdl Angelo Polverino scende in campo direttamente in difesa di Michele Galuccio, rispondendo per le rime a Sagliocco, bisognerebbe stabilire se questa è anche la posizione del partito aversano e del partito provinciale, manco a dirlo guidato dal leader del partito aversano. Bisognerebbe, ma alla luce della sorpresissima di questo comunicato diventa inutile e adesso capirete il perché.

    Fatta la premessa entriamo nel merito della presa di posizione del consigliere regionale, anche lui, al pari di Dello Vicario, Della Valle e Galluccio, originario di Alleanza Nazionale.

    Gli attacchi gratuiti e infondati rivolti dal sindaco di Aversa nei confronti del consigliere comunale Michele Galluccio – scrive Polverino in una nota-  sono la evidente spia di una situazione che nella maggioranza di Aversa ha raggiunto il livello di guardia. Il consigliere Galluccio è noto a tutti per il suo impegno, la sua professionalità e la sua limpidezza di comportamenti.”

    Ed ecco che arriva la parte più interessante e più intrigante del comunicato, o meglio la parte quasi più interessante del comunicato perché ce ne è una migliore. Polverino non parla a titolo personale, parla a nome del Pdl e sembrerebbe, badate bene, sembrerebbe, che parli anche a del coordinatore provinciale Pasquale Giuliano. Non ci credete? Leggete qui: “Il Pdl non può accettare proprio dal sindaco, ossia da colui che dovrebbe mostrare doti di equilibrio e svolgere un ruolo di mediazione, attacchi a testa bassa ingiustificati e ingiustificabili nei confronti di consiglieri della sua maggioranza”.

    E qui arriva la parte regina  del comunicato. Polverino non si definisce vice coordinatore, ma coordinatore provinciale del Pdl. Non ci credete? Leggete qui:

    Nella foto in evidenza la parte del comunicato che dà a Polverino la carica di coordinatore provinciale del Pdl

    Dunque sarà successo stanotte, non ce ne eravamo accorti, ma nel Pdl è avvenuto un sorta di colpo di stato, un puch. Giuliano non c’è più e adesso c’è Polverino, il quale continua: ” Al consigliere Galluccio va naturalmente tutta la solidarietà e la stima del Pdl. Ma in questo momento il problema ad Aversa va oltre la sua persona e si pone in ordine ad una maggioranza che non può essere investita, proprio da parte del sindaco, da esternazioni inaccettabili dal punto di vista politico e personale. Aversa ha bisogno di essere governata da una giunta coesa e fondata su un solido sostegno politico, giocare a dividere in virtù di una visione di parte non serve a nessuno, in primo luogo al sindaco della città, ma soprattutto non serve ad Aversa”.

    Così parlò Polverino. Vediamo che succede.

    Gianluigi Guarino

     

    PUBBLICATO IL: 13 aprile 2013 ALLE ORE 15:14