Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA S.MARIA C.V. – Summit segreto tra Nicola Leone, Maria Luisa Chirico e gregari vari: per ora è pace, ma la prof vuole rompere con di Muro molto prima delle prossime elezioni


        Si è svolto ieri sera, giovedì, nello studio del consigliere comunale, alla presenza di Carlo Russo, Martino Valiante e dell’ingegnere Capitelli.   SANTA MARIA CAPUA VETERE - La riunione svoltasi ieri sera nello studio di avvocato del consigliere comunale Nicola Leone, ha messo attorno allo stesso tavolo esponenti appartenenti, almeno in via strettamente […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Carlo Russo, Maria Luisa Chirico e Nicola Leone

     

    Si è svolto ieri sera, giovedì, nello studio del consigliere comunale, alla presenza di Carlo Russo, Martino Valiante e dell’ingegnere Capitelli.

     

    SANTA MARIA CAPUA VETERE - La riunione svoltasi ieri sera nello studio di avvocato del consigliere comunale Nicola Leone, ha messo attorno allo stesso tavolo esponenti appartenenti, almeno in via strettamente formale, allo stesso partito, cioè al partito socialista di centro sinistra.

    Oltre a questa vaga adesione ad un soggetto politico individuato, poco altro univa le convinzioni dei partecipanti.

    Da un lato c’erano lo stesso Leone, l’assessore comunale Carlo Russo che, politicamente parlando, è una controfigura di Leone da quando questi lo arruolò alla sua posizione governativa sottraendolo alla posizione più critica, al tempo interpretata da Maria Luisa Chirico, anch’essa presente, ieri sera, alla riunione.

    Sulle posizioni di Leone e di Russo anche l’ingegnere Gaetano Capitelli, che sfidiamo noi propenda per Leone, dato che questi lo ha sempre stimato al punto da inserirlo in organismi ad alto peso specifico quale un primo ufficio di piano alcuni anni fa, ed oggi nel nucleo di valutazione e nell’ultima versione dell’ufficio di piano dell’eterno Puc sammaritano, unico indigeno nell’organismo, guidato da un professore di cui non ricordiamo il nome ma che ha a che fare, in qualche modo, con gli studi universitari dell’attuale sindaco.

    A dare manforte alla Chirico, sempre alla riunione di ieri sera, giovedì, c’era il consigliere comunale Martino Valiante, che, dopo il periodo di fidanzamento con il nuovo Psi di Caldoro, con la corrente di Paolo Romano, è tornato nel centro sinistra con gli “altri” socialisti, memore forse del fatto che, a suo tempo, fu proprio Gennaro Oliviero, consigliere regionale di questo partito, a propiziarne la nomina tra i revisori dei conti dell’asl.

    Qual è la questione: da un lato Nicola Leone vuole rimanere aggrappato al potere che continua a garantirgli nel settore della viabilità, dei vigili urbani e soprattutto dei parcheggi, questa amministrazione, dall’altro Maria Luisa Chirico vuole tornare sulla scena politica attraverso una posizione che, in tempi non molto lunghi, porti ad un disimpegno completo del partito socialista dalla maggioranza e dalle posizioni politiche del Sindaco di Muro. La Chirico, ovviamente, sa bene che qualora il suo partito arrivasse nella condizione di socio di maggioranza, fino alla conclusione naturale della consigliatura, sarebbe difficile, se non impossibile, sfidarlo alle prossime elezioni. I socialisti rimarrebbero prigionieri di di Muro ed alla Chirico questo non sta assolutamente bene, dato che ora si sente anche più libera di agire dopo che il rapporto affettivo ( ci permettiamo di entrare in una vicenda privata solo perchè questa ha un portato di conseguenze che si sviluppano nella sfera politica, che è una sfera pubblica, quindi non cominciate a rompere le balle straparlando di privacy o di castronerie del genere ) tra il figliolo e l’impiegata della ragioneria del Comune Merola, assunta ai tempi di Giudicianni, è terminato.

    Lo strumento che la Chirico, che di politica se ne intende, è pronta ad utilizzare, potrebbe essere quella di una richiesta di assessorato in quota rosa, magari a titolo puramente provocatorio, strumentale alla sua necessità di trovare punti di collisione con il Sindaco e con la sua maggioranza.

    Quali potranno essere gli sviluppi di quella che è una visione strategica differente, questo non si può ancora stabilirlo. Ma certo che pure il tratto dell’equilibrio interno tra i socialisti può diventare un fattore importante della politica sammaritana.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 20 settembre 2013 ALLE ORE 16:34