Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA S.MARIA C.V – Come volevasi dimostrare: la sorella di Stellato, senza stipendio al Consorzio, sarà assunta in mobilità al comune. Con lei il figlio della Cipullo


    E naturalmente si arrabieranno quelli chiamati in causa come se loro avessero il diritto di adontarsi perché qualcuno, naturalmente Casertace, rende edotta l’opinione pubblica di fatti reali, che ogni giornale avrebbe il dovere quanto menodi segnalare. Loro si arrabbieranno e faranno le querele. Chi ha i figli e i congiunti disoccupati e non ha i […]

    Nella foto Stellato e Di Muro

    E naturalmente si arrabieranno quelli chiamati in causa come se loro avessero il diritto di adontarsi perché qualcuno, naturalmente Casertace, rende edotta l’opinione pubblica di fatti reali, che ogni giornale avrebbe il dovere quanto menodi segnalare. Loro si arrabbieranno e faranno le querele. Chi ha i figli e i congiunti disoccupati e non ha i santi in paradiso deve, invece, star zitto e votare

    S.MARIA C.V – Fulmini e saette si abbatterono su questa penna sacrilega, quando, un annetto e mezzo fa si osò scrivere che il futuro genero dell’avvocato Giuseppe Stellato era stato assunto nell’ufficio di piano dell’Ambito dei servizi sociali, di cui il comune di S.Maria C.V. è capofila.

    Il popolo non deve sapere. Non ha diritto a formarsi un’opinione e, logicamente, davanti a quel caso di lesa maestà arrivò puntuale la solita querela intimidatoria.

    Questa volta, per evitare che l’avvocato Stellato potesse usare la solita e comoda argomentazione su una presunta e inesistente volontà di persecuzione dei suoi confronti da parte di Casertace, abbiamo evitato di fare il nostro solito giochino satirico su quella che sarebbe stata la destinazione di sua sorella Francesca Stellato che, come ben conoscono i lettori di Casertace, è diventata qualche anno fa dipendente del consorzio rifiuti, all’interno del quale è cresciuta fino a diventarne quadro.

    Avremmo scritto 100%, la nostra scommessa è la seguente: la Stellato andrà in mobilità al comune di S.Maria C.V. Niente scommessa, niente lazzo satirico, ma la sostanza è la stessa, dato che entro un mese al comune di S.Maria C.V. arriverà Francesca Stellato, attraverso la procedura di mobilità ce la sottrarrà dall’inferno del Consorzio.

    Nulla vogliamo dire. Non vogliamo dire di Francesca Lamanna, di Giovanni Lamanna, non vogliamo tornare sull’assunzione del genero falcianese dell’avvocato e non vogliamo nemmeno dire che centri il fatto che Stellato sia uno dei pezzi grossi di quest’amministrazione relazionando il dato in un rituale rapporto di causa e di affetto con l’approdo al comune di S.Maria C.V. di sua sorella.

    Forse partirà un’altra querela. Ma cosa dobbiamo fare? Io in galera ci sono stato già una volta e qualcuno si dovrà pure sacrificare per provare a combattere almeno perché le cose cambino in questa cazzo di provincia.

    Per la cronaca, insieme a Francesca Stellato arriverà sempre attraverso la procedura di mobilità, direttamente dall’Agenzia dell’entrate, il figliolo dell’ex dirigente dimurianissima  Cipullo, che di nome fa Filippo Gagliardi, che, giustamente, siccome è andata in pensione non può far rimanere privo il comune dello stemma di famiglia.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 12 ottobre 2013 ALLE ORE 14:39