Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Pioggia di miliardi in appalti e incarichi. Zinzi assegna la super delega dell’edilizia scolastica al suo amico Mancino. E quei “beccaccioni” del Pdl restano a bocca aperta


      La fretta con cui Zaccariello, Dello Vicario e Giaquinto sono voluti entrare in giunta, ha, in pratica, ridotto a zero il potere contrattuale del Pdl nei confronti di Zinzi, il quale, non a caso, ai tre neo assessori non ha attribuito ancora le deleghe.   Caserta – Se Zaccariello, Dello Vicario e Giaquinto non […]

    Nelle foto, da sinistra, Francesco Zaccariello, Stefano Giaquinto e Gianpaolo Dello Vicario

     

    La fretta con cui Zaccariello, Dello Vicario e Giaquinto sono voluti entrare in giunta, ha, in pratica, ridotto a zero il potere contrattuale del Pdl nei confronti di Zinzi, il quale, non a caso, ai tre neo assessori non ha attribuito ancora le deleghe.

     

    Caserta – Se Zaccariello, Dello Vicario e Giaquinto non si fossero precipitati la settimana scorsa nella sala della giunta provinciale alla stregua di tre bambini che si fiondano in una pasticceria, oggi il Pdl casertano avrebbe un maggior potere contrattuale nei confronti di Zinzi.

    Siccome i tre vanagloriosi non vedevano l’ora di essere chiamati assessori, oggi, Zinzi fa con loro e con il Pdl, praticamente, quello che gli pare. Al momento non gli ha ancora dato le deleghe e sicuramente le deleghe che avranno saranno più leggere di quelle che erano nelle mani del primo gruppo degli assessori Pdl, quelli che, improvvidamente, Giuliano e Coronella fecero dimettere nel novembre scorso, a partire dalla delega, all’edilizia scolastica che Zinzi ha passato, in sordina, al suo fedelissimo di sempre Gianni Mancino.

    Un fatto che ha allungato, e non di poco, i musi dei tre neo assessori provinciali del Pdl, i quali ben sanno che l’edilizia scolastica, nel primo anno di governo nelle mani dell’aversano Nicola Golia, è una delle deleghe più pesanti e significative dell’amministrazione provinciale.

    Tanto più, che la Provincia e Zinzi si stanno preparando a realizzare una serie di lavori di ristrutturazione delle varie scuole provinciali.

    Una cascata di miliardi, ma, soprattutto, una cascata di incarichi tecnici che, alla vigilia della campagna elettorale per le elezioni politiche potrebbero fare la differenza in termini di voti. Ma il Pdl non può lamentarsi. La sua dirigenza politica, soprattutto nell’ultimo anno, non ne ha indovinata una e il fatto che il coordinatore provinciale sia stato confermato la dice lunga sullo stato di confusione da bassissimo impero in cui versa quello che, fino al 2010 è stato il partito di maggioranza anche in provincia di Caserta.

    Gianluigi Guarino

    PUBBLICATO IL: 20 ottobre 2012 ALLE ORE 13:38