Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA MONDRAGONE / Il brindisi augurale di Landolfi all'Ariston. I frati francescani "negano" al parlamentare il loro salone. E Schiappa…


        La Chiesa, forse, ha deciso di adottare la linea della neutralità di Pio XII. Il motto Pax et bonum non si addice ai due contendenti del PDL. E’ stato Landolfi a precisare, su facebook, che la Chiesa ha negato la disponibilità della struttura.  Mondragone – In casa di Dio non si parla di politica, […]

     

    Nelle foto, da sinistra, Mario Landolfi, il motto francescano e Giovanni Schiappa

     

    La Chiesa, forse, ha deciso di adottare la linea della neutralità di Pio XII. Il motto Pax et bonum non si addice ai due contendenti del PDL. E’ stato Landolfi a precisare, su facebook, che la Chiesa ha negato la disponibilità della struttura. 

    Mondragone – In casa di Dio non si parla di politica, o meglio “Date a Cesare ciò che è di Cesare e a Dio, ciò che è di Dio”. Il salone francescano della chiesa dedicata al “povero di Assissi”  è stato negato al parlamentare Mario Landolfi, il quale, come ogni anno, aveva deciso di organizzare la kermesse per il brindisi di auguri presso tale struttura, che i frati hanno messo, a loro volta, sempre a disposizione. 

     

     

     

     

     

     

    Siamo tornati, forse ai tempi della cosiddetta neutralità della Chiesa di papa Pio XII? Durante il secondo conflitto mondiale, la Chiesa per non essere coinvolta nello scontro tra le forze dell’Asse e gli Alleati, decise di assumere una posizione che gli storici hanno definito con l’appellativo di “imparzialità vaticana”.

    Ora, di fronte ad una campagna elettorale per il rinnovo della Camera dei Deputati e del Senato, che si annuncia piena di ostacoli e di incertezze anche per l’ex ministro mondragonese, in quanto in loco è in atto una guerra intestina tra i seguaci di Conte, capeggiati dal sindaco Giovanni Schiappa e i landolfiani, la Chiesa locale ha preferito, come è accaduto durante le elezioni amministrative dello scorso anno, di dichiararsi neutrale rispetto alle questioni terrene.

    Alcuni giorni fa,  Mario Landolfi ha pubblicato sul suo profilo di facebook un post in ricordo della Montalcini. Subito il parlamentare ottiene una raffica di commenti. Tra questi c’è quello di un lettore che ricorda a Mario Landolfi l’incontro che si terrà domani, domenica 6 gennaio alle ore 17, presso il cinema Ariston, galvanizzato dal brindisi augurale e da un dibattito caratterizzato dalla presenza della consigliera regionale Daniela Nugnes e dal sindaco di Mondragone Schiappa. Il lettore, non sappiamo, se maliziosamente, cita il salone S. Francesco, quale luogo dove ogni anno si è tenuta questa kermesse del parlamentare ex alleanzino.

    A questo punto, Mario Landolfi corregge il grossolano errore del suo amico facebook e precisa: “A proposito, domenica 6 gennaio, alle 17, ci vedremo al cinema Ariston: il salone francescano mi è stato negato“. Aaahhh!!! Mario Landolfi messo alla porta? I frati si sono trovati, purtroppo, in una difficile situazione, in quanto oltre alla questione dello scontro Schiappa vs Landolfi, la Chiesa deve tenere conto anche delle ragioni dell’opposizione, che un domani potrebbe chiedere il salone francescano. Inoltre l’abitazione del sindaco di Mondragone Schiappa è ubicata proprio di fronte alla chiesa di San Francesco e già circolano voci e ipotesi che tale scelta della Chiesa locale sia dipesa proprio da questo aspetto. Inoltre lo stesso parlamentare non ha specificato le ragioni del diniego e se le stesse siano legate ad una possibile ristrutturazione del luogo.

    Il motto francescano Pax et bonum non si addice, in questo caso, proprio a chi ha fatto della politica un terreno di scontro.

    Massimiliano Ive

     

     

     

    PUBBLICATO IL: 5 gennaio 2013 ALLE ORE 10:05