Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Mondragone, fioccano le dimmissioni nella Giovane Italia e i volantini anti Schiappa. Fusco: La maggioranza non c’è. E il Pd di Cennami…


      Da Italia Chiamò a Mondragone chiamò. Dopo il Consiglio comunale baraonda è il caos politico in città. IN CALCE ALL’ARTICOLO I COMUNICATI STAMPA DI PASQUALE SASSO, IDV, PD e PDL Mondragone – A Mondragone è il caos politico assoluto, tra volantini anti-Schiappa con la presunta intestazione falsificata del Pdl, prese di posizione del giovani […]

    Nelle foto, da sinistra, Giovanni Schiappa, Mario Fusco e Achille Cennami

     

    Da Italia Chiamò a Mondragone chiamò. Dopo il Consiglio comunale baraonda è il caos politico in città. IN CALCE ALL’ARTICOLO I COMUNICATI STAMPA DI PASQUALE SASSO, IDV, PD e PDL

    Mondragone – A Mondragone è il caos politico assoluto, tra volantini anti-Schiappa con la presunta intestazione falsificata del Pdl, prese di posizione del giovani del Pdl, dimissioni dalla Giovane Italia del presidente Pasquale Sasso,  attacchi furibondi del Pd che incalza sulla vicenda dal doppio binario della Farmacia Comunale  e della Far Com, nonchè quelli lanciati dall’Idv rappresentato da Mario Fusco in Consiglio comunale, è diventato estenuante, se non difficile seguire tutto.

    Ciò connota comunque un aspetto politico importante, le presunte tensioni tra landolfiani e seguaci di Schiappa ha rinvigorito la minoranza, anzi l’ha compattata. Ed è proprio il consigliere  Mario Fusco e il circolo di Idv nel loro comunicato stampa, a palesare questo aspetto. Schiappa non sarebbe secondo il partito di Di Pietro “un sindaco a tempio pieno per la città” nonchè l’abbandono del civico consesso ha dimostrato che non ha una maggioranza compatta, ma critica.

    Le dimissioni di Pasquale Sasso dalla Giovane Italia, poi, e il giallo sul Volantino anti Schiappa denotano una crisi d’identità molto profonda in quell’alleanza indiscussa di un tempo, che caratterizzava An e Forza Italia. Gli equilibri frantumati da un congresso provinciale del Pdl non condiviso da tutti e dalle prese di posizioni del primo cittadino che mentre pensa all‘Italia Chiamò, non si è accorto della dura realtà mondragonese, o forse con superficialità ha affrontato temi delicati sui quali proprio i suoi uomini hanno chiesto chiarezza e approfondimento politico, ha generato il caos politico. Alla fine  “Mondragone chiamò” e proprio il Pd, in un comunicato stampa sottolinea proprio questa necessità di affrontare ed analizzare meticolosamente alcuni punti, riguardanti le modifiche regolamentari, nonchè analizza al riguardo il comportamento politico assunto dal centro destra e lo fa senza esclusioni di colpi.

    Massimiliano Ive

    QUI SOTTO IL COMUNICATO DI IDV

     

    CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO SULLE DIMISSIONI DI PASQUALE SASSO;

    CLICCA QUI PER LEGGERE LA NOTA DEL PDL SUL VOLANTINO ANTISCHIAPPA;

    CLICCA QUI PER LEGGERE IL COMUNICATO DEL PD SUL CONSIGLIO

    PUBBLICATO IL: 2 ottobre 2012 ALLE ORE 20:47