Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Mimmo Ventriglia corteggiato dalla Meloni, ma lui resta nel Pdl se si candida Polverino


      Il sindaco di CURTI, unitamente, forse, al solo Sagliocco è l’unico ad aver incassato, alle ultime elezioni regionali un consenso autonomo e non indotto dai vari leader del partito CASERTA – L’ha chiamato al telefono Giorgia Meloni e, negli ultimi giorni, anche il presidente dell’amministrazione provinciale di Salerno, Cirielli. Lo hanno chiamato sapendo bene […]

    Nelle foto, da sinistra, Domenico Ventriglia e Angelo Polverino

     

    Il sindaco di CURTI, unitamente, forse, al solo Sagliocco è l’unico ad aver incassato, alle ultime elezioni regionali un consenso autonomo e non indotto dai vari leader del partito

    CASERTA – L’ha chiamato al telefono Giorgia Meloni e, negli ultimi giorni, anche il presidente dell’amministrazione provinciale di Salerno, Cirielli. Lo hanno chiamato sapendo bene che Domenico Ventriglia, sindaco di Curti è uno che, tutto sommato, non deve dar conto a nessuno.

    Non lo deve fare perchè la matrice del suo consenso, dei 16mila e passa voti di preferenza, raccolti alle elezioni regionali del 2010, furono il frutto di una sua, personalissima architettura elettorale. Dietro di lui non c’era nessuno.

    Cosentino fece votare Romano e Petrenga, Landolfi e Coronella costruirono un accordo perfetto di trasmissione dei voti, che consentì, sia ad Angelo Polverino che a Daniela Nugnes di conquistarsi un seggio in consiglio regionale.

    Pasquale Giuliano appoggiò pienamente Paolo Romano, mentre Angelo Di Costanzo beneficiò dell’ausilio di alcuni sindaci importanti, tra cui Carmine Antropoli. 

    Ventriglia, dunque, non avrebbe granché da perdere se accettasse l’offerta di candidatura presentatagli dal nuovo movimento Centrodestra nazionale di Giorgia Meloni, Ignazio La Russa e Crosetto.

    Numero 2, massimo 3 nella lista della Camera di Campania 2.

    Ma Ventriglia, per il momento, ha declinato sia l’avance della Meloni, sia quelle di altri due partiti diversi dal Pdl. Sta portando avanti, infatti, con altri 4, 5 sindaci tra cui lo stesso Di Costanzo, Delli Paoli e l’ex di Maddaloni, Cerreto, un’azione di sostegno pieno alla candidatura al Parlamento di Angelo Polverino.

    Una candidatura ” per davvero” al numero 2 o 3 della lista Pdl per la Camera dei Deputati, sempre nella circoscrizione di Campania 2.

    E’ chiaro ed è anche normale, che Ventriglia spinga per questa ipotesi, in quanto, con Polverino a Roma e Sagliocco sindaco di Aversa, sarebbe lui ad entrare in Consiglio regionale, come secondo dei non eletti.

    Ma il ragionamento che Ventriglia fa è anche più profondo, dato che, sostiene, che al di là del Porcellum, oggi Berlusconi ha bisogno come mai di persone radicate sul territorio per rimpinguare i voti che vengono stimati dai sondaggi.

    Al momento questo è il dato. Il movimento di Ventriglia “Campania in positivo”, saldandandosi a quello di Polverino, Caserta Più, sta organizzando una convention per il 10 gennario. Obiettivo: mettere 2000 persone in una sola stanza.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 24 dicembre 2012 ALLE ORE 13:27