Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA MADDALONI, relazione shock dei revisori dei conti. L’UDC vuole il consiglio comunale, Lombardi tentenna e Delle Cave tra poco perde il posto


        MADDALONI - Colpevolmente, anche da parte nostra non teniamo sotto controllo che meriterebbe, la situazione dei conti del Comune. Lo fanno, invece, i revisori dei conti, i quali, nei giorni scorsi, hanno inviato una relazione che restringe ancora di piu’ lo spazio di azione dell’Amministrazione comunale, già certamente condizionata dalle vacche magre del […]

     

     

    Nella foto De Lucia e Lombardi

    MADDALONI - Colpevolmente, anche da parte nostra non teniamo sotto controllo che meriterebbe, la situazione dei conti del Comune.

    Lo fanno, invece, i revisori dei conti, i quali, nei giorni scorsi, hanno inviato una relazione che restringe ancora di piu’ lo spazio di azione dell’Amministrazione comunale, già certamente condizionata dalle vacche magre del dissesto.

    Quest’ ulteriore colpo assestato dai revisori ha reso piuttosto tesi i rapporti, soprattutto all’interno dell’UDC, dove da un lato i consiglieri comunali, spalleggiati in questa circostanza, dal segretario cittadino Salvatore Mataluna, vorrebbero andare in consiglio e , per questo sollecitano il presidente Giacomo Lombardi, il quale, sulla carta, dovrebbe essere un esponente proprio dell’UDC, ma che è molto piu’ propenso a fare ciò che gli dice di fare la sindaca Rosa De Lucia.

    Questa, da parte sua, tentenna e traccheggia attendendo lumi anche dal segretario comunale, titolare anche della funzione di dirigente dei servizi finanziari.

    Un settore, quest ultimo, particolarmente caldo. Al riguardo, si parla, negli ultimi giorni, insistentemente della caduta di una testa eccellente: quella di Delle Cave, responsabile della ragioneria. Proprio Delle Cave, infatti, non ha voluto ricorrere all’ossigeno dell’anticipazione di cassa, per non rischiare conseguenze pericolose. In tutto questo, il gruppo di “Maddaloni futura” che sullo stesso stesso argomento fece l’ultimo sgambetto all’ex sindaco Cerreto, resta in agguato.

    Insomma, tra pensioni politiche e timori di dover rendere conto in futuro alla Corte dei Conti si consuma questo ulteriore tensione all’interno di una maggioranza, che in questo periodo l’opposizione non sembra saper incalzare a sufficienza.

     

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 5 gennaio 2014 ALLE ORE 12:49