Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Landolfi “fatto fuori” dal coordinamento regionale. Il vice di Nitto Palma ora è Sarro


      La scissione tra ex forzisti ed ex An, a Caserta e in Campania è già cominciata. La nomina del senatore di Piedimonte fa capire quanto Cosentino conti ancora anche rispetto al governatore Caldoro, nelle decisioni che contano dei berlusconiani. Caserta - Probabilmente, la prossima settimana il Pdl non ci sarà manco più. Tritato e […]

    Nelle foto, da sinistra, Francesco Nitto Palma, Mario Landolfi, Carlo Sarro

     

    La scissione tra ex forzisti ed ex An, a Caserta e in Campania è già cominciata. La nomina del senatore di Piedimonte fa capire quanto Cosentino conti ancora anche rispetto al governatore Caldoro, nelle decisioni che contano dei berlusconiani.

    Caserta - Probabilmente, la prossima settimana il Pdl non ci sarà manco più. Tritato e buttato dal cavaliere nel cestino dei suoi partiti di plastica usa e getta. Probabilmente, i forzisti faranno una cosa, naturalmente di plastica e certamente non eccedente la vita biologica di Berlusconi,  gli ex di An un’altra. Fino ad allora, però resteranno in carica i dirigenti attuali. Oddio, fino ad un certo punto, perchè ci sono casi, in cui il divorzio si è già verificato. In pochi lo hanno percepito, e meno ancora lo hanno registrato: ma a Napoli, dopo lo strappo del congresso provinciale e le accuse durissime mosse nei confronti del commissario regionale Francesco Nitto Palma, nel coordinamento regionale Mario Landolfi è stato, in pratica defenestrato, epurato. Scomparso.

    Tra le altre cose l’accantonamento di colui che svolgeva la funzione di sub commissario regionale ha avuto un’esplicazione pratica, nel momento in cui Nitto Palma, ridotto ai box da un problemino di salute, è stato costretto a delegare un’altra persona per rappresentarlo nei tavoli romani.

    E la persona in questione non ha avuto naturalmente, i connotati di Mario Landolfi, al quale, va precisato, Nitto Palma non ha mai notificato un atto di revoca dalla carica di sub commissario regionale. Ma a rappresentare il partito regionale a Roma, è stato Carlo Sarro.

    Che facciamo, ci mettiamo a scrivere un trattato di politica per valutare e commentare questo fatto? No, non lo facciamo. Carlo Sarro è il numero due del partito in Campania. Ergo: comanda ancora Nicola Cosentino.

    Gianluigi Guarino

    PS. Questo, ieri sera, Mario Landolfi scrivela sul suo profilo facebook sulla prospettiva della nasciti di Forza Italia 2.0

     

     

    PUBBLICATO IL: 30 novembre 2012 ALLE ORE 13:35