Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Il dopo PDL a CASTEL VOLTURNO 1 – Luise dice basta alle gestioni commissariali e confida in Giuliano e la Nugnes


      Intervista all’imprenditore che ha ideato l’accordo di Programma con i Coppola: “Non possiamo lasciare la città in mano alla sinistra. Per me Scalzone è innocente e deve tornare a stare con noi”. Castel Volturno – E’ stato per anni, all’interno del gruppo del Pdl, colui che non ha aderito a nessuna corrente di partito, ma […]

    Nelle foto, a sinistra, Sergio Luise con Antonio Scalzone, De Laurentis, Antonio Scalzone ed Enrico Sorrenti. A destra Daniela Nugnes e Pasquale Giuliano

     

    Intervista all’imprenditore che ha ideato l’accordo di Programma con i Coppola: “Non possiamo lasciare la città in mano alla sinistra. Per me Scalzone è innocente e deve tornare a stare con noi”.

    Castel Volturno – E’ stato per anni, all’interno del gruppo del Pdl, colui che non ha aderito a nessuna corrente di partito, ma nel contempo ha ricoperto ruoli decisionali all’interno delle due amministrazioni comunali dirette dal sindaco Antonio Scalzone. E’ stato anche l’ideatore dell’Accordo di Programma e del porto di Pinetamare, in sinergia con il gruppo imprenditoriale che ha edificato il Villaggio Coppola. Stiamo parlando dell’ex vicesindaco Sergio Luise.

    La scorsa settimana, abbiamo cercato di comprendere quale fosse lo stato di salute del centro destra di Castel Volturno, ascoltando l’ex consigliere alleanzino Tonino Spierto. Oggi, invece, abbiamo deciso di verificare quali sviluppi politici e che scenari vi sono all’orizzonte interpellando proprio il noto e rinomato imprenditore della famiglia Luise.

    Siamo in attesa di conoscere quali decisioni prenderanno a Roma, per poi concretizzare un nuovo progetto politico sul territorio. Ora posso solo dire che di fronte ad una sinistra che sa parlare male del territorio e che ha una sorta di cattiveria celata nel proprio inconscio, (fatta eccezione per la stimatissima persona del professore Alfonso Caprio), occorre riorganizzare un nuovo centrodestra“.

    In quale area lei si colloca? Si sente più un uomo di Forza Italia 2, più un fedelissimo del progetto politico del Pdl o…?

    Io sono di destra, nel contempo non ragiono come i politici. Credo negli uomini. Ho accolto con favore la rielezione del senatore Pasquale Giuliano, e spero che lui saprà dare un nuovo assetto al Pdl di Castel Volturno. Credo in Daniela Nugnes, persona umile, la quale con la delega all’agricoltura in Regione, sta lavorando bene anche per la mia città“.

    Durante la fase congressuale del Pdl, l’ex sindaco Antonio Scalzone è stato molto critico con il suo partito, tanto da minacciare un’uscita storica. Lei seguirà Scalzone? Come valuta tale posizione?

    “Reputo solo che occorre riorganizzare il centro destra a Castel Volturno. Scalzone, per me, è e sarà uno dei maggiori interpreti del centrodestra di Castel Volturno. Mi dispiace solo per quanto è accaduto sia dal punto di vista amministrativo, che giudiziario. Credo che lui riuscirà a dimostrare la sua estraneità alle accuse lanciate dai pentiti e lo ritengo, pertanto, ancora una persona che può dare tanto al centrodestra“.

    Lei crede fermamente nella creazione di un nuovo centrodestra a Castel Volturno?

    E’ necessario… ma, è giunto anche il tempo di dire basta alle gestioni commissariali. Il territorio è stato pulito. La politica deve tornare a gestire la Res Publica. Non possiamo rischiare di buttare oltre all’acqua sporca anche il bambino”.

    Massimiliano Ive

     

    PUBBLICATO IL: 15 dicembre 2012 ALLE ORE 17:41