Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA. Giusy Pascarella in missione elettorale in Calabria a caccia di voti per le europee speditavi dalla Pascale


      Donne belle e procaci attorno al Cavaliere, che una volta le candidava, le faceva pure ministre, ma non le faceva certo comandare. La maddalonese insegue il sogno di Strasburgo e Bruxelles MADDALONI - Negli ultimi anni della vita politica di Silvio Berlusconi le donne hanno sempre contato tantissimo. Non nel senso di un’attenzione particolare […]

    Nella foto Pascarella, Pascale, Santelli e Rossi

     

    Donne belle e procaci attorno al Cavaliere, che una volta le candidava, le faceva pure ministre, ma non le faceva certo comandare. La maddalonese insegue il sogno di Strasburgo e Bruxelles

    MADDALONI - Negli ultimi anni della vita politica di Silvio Berlusconi le donne hanno sempre contato tantissimo. Non nel senso di un’attenzione particolare da parte del Cavaliere alle loro qualità intellettuali, ma nel senso che i loro numeri fisici e il gradimento, che il Silvio sempre in tiro esprimeva nei loro confronti, sono stati determinanti anche per le carriere politiche di molte di queste donzelle.

    Ultimamente, forse con l’incedere dell’età, questa semplice relazione di munifica sudditanza si è trasformata in una possibilità dialettica.

    Non giriamoci troppo intorno: le ultime scelte di Berlusconi, per quel che riguarda la nomina dei nuovi coordinatori regionali, non sono assolutamente estranee ai consigli delle donne che gli sono vicine.

    Alla fidanza Francesca Pascale si deve, infatti, la sorprendente, quanto bizzarra idea di costruire il rinnovamento, rispetto all’era cosentiniana, con Giggino Cesaro e suo figlio. Un’altra sempre presente in quello che si può definere a questo punto un cerchio magico del Cavaliere è la calabrese Jole Santelli, non a caso divenuta coordinatrice regionale della Calabria, in un uragano di polemiche molto simile a quelle che si sono scatenate in Campania all’indomani della nomina di Domenico De Siano.

    Francesca Pascale, Jole Santelli, e l’oriunda Matesina Rossi, una sesta taglia divenuta addirittura capostaff anche approfittando della gravidanza di “Marinella”, la storica segretaria di Berlusconi.

    E così, attorno a questo cerchio magico tutto rosa, si sono agganciati anche dei cerchietti magici, formati dagli amici e della amiche delle tre “ragazze”.

    Nei giorni scorsi abbiamo scritto di un pranzo, svoltosi in un noto ristorante romano, tra la stessa Francesca Pascale e la capogruppo di Forza Italia nel consiglio comunale a Maddaloni, Giusi Pascarella.

    Le due sono amiche da tempo, sin dal momento in cui la Pascale era consigliera provinciale a Napoli e la Pascarella operava politicamente proprio nella provincia partenopea.

    Dopo quel pranzo, c’è stato di più. Dato che la Pascarella si è messa veramente in testa di candidarsi alle elezioni europee, con l’appoggio di Francesca Pascale, e per questo motivo, nei giorni scorsi, proprio con l’imprimatur di Dudù, se ne è andata in Calabria dove la Santelli l’ha presentata ad alcuni grandi elettori di quella terra, che, ricordiamo, è parte integrante, insieme alla Campania, al Molise, alla Basilicata, all’Abruzzo e alla Puglia, dell’impegnativa circoscrizione meridionale, delle elezioni europee.

    Secondo noi, nei prossimi mesi, ci divertiamo.

    G.G.

    PUBBLICATO IL: 16 febbraio 2014 ALLE ORE 19:01