Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Castel Volturno – Il Pdl diviso: Spierto appoggia la linea Nugnes Landolfi e, Stabile aderisce al congresso di Giuliano. Scalzone si isola e va via


    L’ex sindaco non ha partecipato a nessun convegno-congresso del partito dei berlusconiani. L’ex commissario aderisce, invece alla linea dettata dall’ex coordinatore provinciale e una porzione degli ex alleanzini giura fedeltà al patto di Pastorano Castel Volturno – Quale sarà il futuro del Pdl di Castel Volturno? Nei mesi scorsi abbiamo ampiamente affrontato la questione e conosciamo […]

    Nelle foto, da sinistra, Salvatore Stabile, Antonio Scalzone e Antonio Spierto

    L’ex sindaco non ha partecipato a nessun convegno-congresso del partito dei berlusconiani. L’ex commissario aderisce, invece alla linea dettata dall’ex coordinatore provinciale e una porzione degli ex alleanzini giura fedeltà al patto di Pastorano

    Castel Volturno – Quale sarà il futuro del Pdl di Castel Volturno? Nei mesi scorsi abbiamo ampiamente affrontato la questione e conosciamo bene i vari risvolti politici di questo gruppo, che ancora oggi appare frastagliato e diviso.

    Stamane abbiamo posto una semplice domanda ad alcuni esponenti politici di quello che era il Pdl volturnense: sabato mattina ha partecipato al congresso casertano o al convegno di Pastorano?

    L’ex sindaco di Castel Volturno, Antonio Scalzone non ha partecipato né all’uno, nell’altro meeting, assumendo una posizione defilata sia nei confronti dell’asse Pasquale Giuliano – Angelo Polverino, sia nei confronti a quella landolfian-coronelliana. Come annunciò qualche tempo fa, Scalzone sta guardando oltre il Pdl.

    L’ex alleanzino Antonio Spierto, facente capo alla compagine di Daniela Nugnes ha preferito partecipare al convegno di Landolfi-Coronella, ponendosi, definitivamente, in una posizione opposta a quella dell’ex commissario del Pdl di Castel Volturno, Salvatore Stabile, che con i suoi uomini, ha partecipato invece al congresso provinciale targato Polverino-Cosentino.

    In definitiva, quindi a Castel Volturno sussistono due gruppi del Pdl. Una parte della frangia storica degli alleanzini del centro antico e non solo rappresenterà e seguirà la linea Landolfi, mentre “quelli del Villaggio Coppola” seguiranno le strategie congressuali dettate a Caserta. L’altra frangia di ex alleanzini, dopo l’esperienza di Fli, non si sa ancora, quale posizione assumeranno.

    La battaglia ora si sposta a Castel Volturno, dove sarà difficile eleggere un coordinatore che rappresenti moderatamente e concretamente le due anime del partito.

    Massimiliano Ive

    PUBBLICATO IL: 9 ottobre 2012 ALLE ORE 13:39