Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    ESCLUSIVA CASTEL VOLTURNO ALLE ELEZIONI. Gatta ritira la sua candidatura e ammira Dimitri Russo. “Nel centro destra c’è solo il passato”


    L'ex giovane assessore intende restare a casa in questa tornata elettorale e lancia un monito alle forze politiche della sua area "Vedo solo la riproposizione di schemi che ritengo superati: sostanzialmente non vedo discontinuità! "

    Nelle foto, da sinistra, Maria Rosaria Veneruso e Vincenzo Gatta

    Nelle foto, da sinistra, Maria Rosaria Veneruso e Vincenzo Gatta

     

    di Max Ive

    CASTEL VOLTURNO. Vincenzo Gatta si ritira dalla competizione elettorale di Castel Volturno (?), o almeno ha ritirato la sua candidatura a sindaco per il gruppo della Federazione di Destra. E’ quanto emerge dalla lettura di un comunicato stampa che pubblichiamo in calce al nostro breve articolo. Una cosa, però va precisata. La Federazione di Destra, come abbiamo scritto qualche settimana fa in un nostro articolo, oltre a non supportare le candidature a sindaco di Alfano e di Cesare Diana, per quanto concerne l’area del centro destra, era intenzionata a scegliere tra Vincenzo Gatta e Maria Rosaria Veneruso, il proprio cavallo di razza per la poltrona di primo cittadino.

    Con ogni probabilità, e questa è una nostra impressione, il gruppo della Federazione di Destra, forse ha deciso di non puntare su un giovane, ma di incardinare un discorso con l’ex assessore Veneruso.

    Da qui, potremmo dedurre che nelle parole rilanciate nel comunicato stampa dallo stesso Gatta, potrebbe celarsi non solo un invito ai responsabili provinciali e locali, di rivedere le proprie posizioni riguardo la scelta di candidati ormai obsoleti, o che rappresentano il passato, ma anche la chiara denuncia che all’orizzonte politico cittadino si promuovono e si propinano rappresentanti del passato politico locale.

    Quelle parole di ammirazione per il candidato del centro sinistra, Dimitri Russo, assumono e assorbono quasi l’indicazione di un nuovo modello di fare politica, quindi da proporre anche nel centro destra castellano.

    Staremo a vedere

     

    QUI SOTTO IL COMUNICATO STAMPA DI VINCENZO GATTA

    Nei giorni scorsi, dopo un’attenta riflessione, maturata anche confrontandomi con amici e sostenitori, ho deciso di ritirare la mia disponibilità alla candidatura a sindaco nella lista Federazione di destra.
    Amo la mia città. Incessantemente. Ho messo ininterrottamente la faccia, senza timore, in ogni azione politica, amministrativa e in qualunque altra iniziativa sociale e/o ludica che ho organizzato o semplicemente a cui ho partecipato. L’ho fatto sempre con il solo fine di dare una mano alla mia Città.
    Lo faccio anche questa volta.  Sono fervidamente convinto, specie dopo l’ultimo scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni camorristiche e l’inchiesta giudiziaria che ha messo al setaccio due distinte amministrazioni comunali, che la politica abbia l’obbligo di dare risposte, certezze e trasparenza alla gente di Castel Volturno. Mi aspettavo uno sforzo, da parte della classe dirigente, verso un rinnovamento a 360°. Pensavo e penso a scelte di coraggio nei modi di fare la politica e nelle persone. Voglio coraggio, soprattutto, dalla mia parte politica, il centrodestra.
    Coraggio che ho, invece, notato nel centrosinistra con la candidatura a sindaco di Dimitri Russo e con un’idea progettuale ispirata alla discontinuità, alla trasparenza e alla novità: mi ha favorevolmente colpito la decisone di Dimitri di far conoscere la sua Giunta preventivamente, all’atto della presentazione delle liste, così da evitare sorprese all’elettorato.
    Nel centrodestra, invece, la mia casa ideale, non vedo grandi cambiamenti rispetto al passato. Vedo solo la riproposizione di schemi che ritengo superati: sostanzialmente non vedo discontinuità!
    Spero che la classe dirigente della mia area politica, specie a livello provinciale e regionale, faccia una riflessione seria sui questi temi.
    Castel Volturno ha bisogno di risposte concrete e di una classe dirigente che abbia davvero le capacità per farci uscire dal buco nero nel quale siamo costretti a vivere. Abbiamo bisogno di scelte drastiche e nette! Mi aspetto dal centrodestra un passo del genere. Se così non fosse, per responsabilità e amore per Castel Volturno, faccio sin da subito un passo indietro. Non è una resa ma un rinnovato impegno per Castel Volturno. Si può essere utili alla città anche non candidandosi.

     

    Vincenzo Gatta

    PUBBLICATO IL: 3 aprile 2014 ALLE ORE 18:20