Commenti recenti

    CERCA ARTICOLI PER MESE

    Categorie

    Esclusiva / Caserta – Ztl, il sindaco Del Gaudio va “con il fegato in braccio” alla riunione targata Petrenga e in un comunicato snobba il Pdl e le istanze dei commercianti. Ma così danneggia anche Polverino


      La distratta sufficienza con cui il primo cittadino, nel suo comunicato che pubblichiamo integralmente in calce all’articolo, liquida l’incontro di stamattina con i commercianti, rischia di danneggiare anche chi ha determinato la sua elezione, che potrebbe candidarsi alle prossime elezioni politiche. Solita stoccata a Mario D’Anna e Tonino Maiello Caserta – Nei pensieri del sindaco […]

    Nelle foto, da sinistra, Pio Del Gaudio, Giovanna Petrenga e Angelo Polverino

     

    La distratta sufficienza con cui il primo cittadino, nel suo comunicato che pubblichiamo integralmente in calce all’articolo, liquida l’incontro di stamattina con i commercianti, rischia di danneggiare anche chi ha determinato la sua elezione, che potrebbe candidarsi alle prossime elezioni politiche. Solita stoccata a Mario D’Anna e Tonino Maiello

    Caserta – Nei pensieri del sindaco Del Gaudio, non c’è, sicuramente, quello riguardante gli interessi elettorali del Pdl o del partito che nascerà dalle sue ceneri. In poche parole, al sindaco Del Gaudio non sembra fregare granché di come andrà il suo partito alle prossime elezioni politiche nel capoluogo.

    Oggi, almeno, è così. Se poi, come è possibile e anche probabile, Angelo Polverino, dovesse candidarsi lui alle politiche, allora, difficilmente il sindaco Del Gaudio potrà partecipare, ma soprattutto, considerare riunioni, come quella svoltasi stamattina con i rappresentanti dei commercianti del centro cittadino, con la sufficienza che emerge dal comunicato stampa ufficiale inviato dal suo staff.

    Si era capito subito che questa riunione Del Gaudio la subiva. Si era capito bene che il fatto che l’avesse voluta e convocata, Giovanna Petrenga non gli andasse a genio. E, infatti, non a caso nel comunicato non si fa, volutamente, riferimento al fatto che si trattasse di una riunione organizzata dal coordinamento cittadino del Pdl.

    Disertarla, però, avrebbe costituito una sfida aperta al partito, ad un partito che oggi ha in Angelo Polverino, unico e assoluto artefice della vittoria di Del Gaudio alle elezioni comunali,  una delle sue leve portanti. Dunque, ci è andato, come si dice, con il fegato in braccio. E il risultato non poteva che essere interlocutorio. I commercianti hanno esposto le loro angustie e le loro sofferenze. Hanno ribadito la loro proposta di rendere isola pedonale 7 giorni su 7, tutte le stradine del centro storico, associando ad esse corso Trieste per le intere giornate del sabato e della domenica, chiedendo, però, nel contempo, la riapertura integrale  h 24  dello stesso corso Trieste dal lunedì al venerdì.

    Il sindaco ha ascoltato con cortesia, poi è tornato al Comune e ha dettato un comunicato raggelante, che pubblichiamo integralmente in calce a questo articolo.

    Un comunicato in cui, pur senza nominarli assesta una stoccata a Mario D’anna e a Tonino Maiello, riferimenti principali dell’Ascom.

    Quando il sindaco, scrive, infatti, che la Ztl è stata oggetto di molti incontri, ma soprattutto di una definizione, frutto di questi incontri, sembra voler ricordare a D’Anna e a Maiello, che sono stati loro ad avallare un dispositivo, che ora pressati dalla base dei commercianti, contestano e vogliono rivedere.

    Inoltre, il sindaco lascia intendere che la Ztl è un fatto ineluttabile, producendosi nel solito acrobatico ragionamento sulle necessità di una politica finalizzata alla sostenibilità ambientale, come se la sostenibilità ambientale, si riassumesse e si misurasse solo in quello che capita in Corso Trieste e come se la sostenibilità ambientale non riguardasse strade della città come via Roma e via Verdi, che, per effetto dell’attuale dispositivo, hanno visto triplicarsi i volumi di traffico e i tassi di inquinamento.

    In conclusione, il sindaco Del Gaudio non si preoccupa per il momento dei tanti voti che il Pdl potrebbe perdere, ritenendo forse che questi voti, storicamente legati al centro destra possano essere recuperati dentro ad altri blocchi sociali della città. Ritiene, forse, Del Gaudio, che i voti che il Pdl, andrà a perdere in Corso Trieste e negli strati storici della borghesia commerciale della città, rientreranno, perchè voteranno per lui e per Polverino, la Naim, Apperti e quelli di Speranza per Caserta.

    Idea suggestiva, che fa venire i brividi alla Petrenga e forse anche a Polverino

    Staremo a vedere.

    Gianluigi Guarino

    QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DEL SINDACO SULLA RIUNIONE DI STAMATTINA

    Presso la sede della segreteria cittadina del Pdl, alla presenza del coordinatore cittadino, onorevole Giovanna Petrenga, il sindaco Pio Del Gaudio, con il vice sindaco Vincenzo Ferraro, l’assessore Stefano Mariano e il consigliere Antonio Maiello, ha incontrato un gruppo di commercianti casertani, tra i quali erano rappresentate le due associazioni di categoria del commercio (Ascom e Confesercenti) ma anche operatori che non si riconoscono nelle predette associazioni.
    “Come già fatto in passato – spiega il sindaco – abbiamo continuato oggi l’attività di ascolto delle motivazioni degli operatori commerciali, peraltro oggetto di discussione e definizione in occasione dei tavoli sulla ztl dell’estate scorsa e dello scorso ottobre. Subito dopo l’esame di questa problematica da parte del Consiglio comunale, convocherò una nuova riunione del tavolo per proseguire nell’attività finora svolta. La ztl appartiene alle scelte fatte da tempo, dall’Amministrazione in condivisione e in concertazione con tutta la città, per affermare modelli sempre più competitivi di intervento a favore dell’ambiente, della qualità della vita e di una mobilità sempre più sostenibile. La ztl va migliorata con il contributo, le proposte e l’iniziativa di tutti”.

     

    PUBBLICATO IL: 12 novembre 2012 ALLE ORE 15:23